menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Maria Helene Benedetti

Maria Helene Benedetti

"Istituire la Neuropsichiatria infantile": la Asl si apre alla richiesta dell'associazione Asperger Abruzzo

Ieri una riunione con i vertici dell'azienda sanitaria, per discutere della proposta nata dalla necessità di assicurare diagnosi tempestive e riabilitazione adeguata a bambini e ragazzi

Nella Asl Lanciano Vasto Chieti serve l'unità operativa di Neuropsichiatria dell'infanzia e dell'adolescenza. È l'istanza promossa dall'associazione Asperger Abruzzo, che sta promuovendo una lotta per poter istituire questo importante presidio sanitario, sottolineando le criticità causate dalla sua assenza. 

E ieri, nella sede della direzione generale della Asl, il direttore sanitario Angelo Muraglia e il direttore del dipartimento di Salute Mentale Massimo Di Giannantonio hanno ricevuto la presidente di Asperger Abruzzo, Marie Helene Benedetti, e Nelda Orsini dell'associazione Codici Abruzzo. 

Era stata proprio Benedetti a dare impulso a questa iniziativa, attraverso una formale richiesta, oltre che alla dirigenza della Asl, ai sindaci del territorio, Mario Pupillo di Lanciano nonché presidente della Provincia di Chieti, Francesco Menna di Vasto e Diego Ferrara di Chieti, al prefetto della provincia di Chieti Armando Forgione e all'assessore alla Salute della Regione Abruzzo Nicoletta Verì.

"Ringrazio - dice la presidente di Asperger Abruzzo - il dottor Muraglia e il dottor Di Giannantonio per la cortesia, la precisione e l'attenzione che hanno dedicato a questa importante istanza. La mancanza di questo reparto fondamentale per la nostra Asl crea troppi disagi, ritarda le diagnosi che per linee guida devono essere precoci e tempestive, non permette il controllo qualitativo sui percorsi riabilitativi dei nostri figli, né permette riabilitazioni mirate dei troppi bambini spesso presi in carico in modo inadeguato".

"Ringrazio i sindaci di Vasto Francesco Menna e di Lanciano Mario Pupillo che si sono spesi in prima persona per questa iniziativa, il prefetto e tutti quelli che si sono spesi permettendo di tenere alta l'attenzione sulla fondamentale istituzione di questo reparto vitale per tutti i bambini che si servono dell'unità operativa di Neuropsichia Infantile. Ringrazio anche l'associazione Codici che ha supportato Asperger Abruzzo in questa avventura. Siamo determinati - aggiunge - a tenere alta l'attenzione fino al raggiungimento dell'obbiettivo di ottenere l'unità operativa di Neuropsichiatria nella nostra Asl, e dopo questa prima riunione ho potuto capire che c'è l'intenzione di abbattere le criticità che impediscono la realizzazione di questo reparto. Avevamo bisogno di una nota positiva che con grande gioia è arrivata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento