Facebook chiude le pagine di fake news, il sottosegretario M5S al convegno sull'intelligence: "Scelta giusta"

Lo ha detto a Chieti il sottosegretario alla Difesa, Angelo Tofalo, nel corso del convegno all'auditorium del Rettorato dove c'erano alcuni tra i più autorevoli esperti del settore. Come l'ex capo della Cia in Italia, Robert Gorelick

 “Il compito più difficile che ci compete in intelligence è quello di vedere il mondo così com’è, e non come noi, o altri, vorremmo che fosse”

le parole dell’ex direttore della CIA Robert Gates sintetizzano bene le intenzioni del convegno sul futuro dell’intelligence che questa mattina all’università d’Annunzio ha riunito gli esperti in materia. Come Robert Gorelick, già capo della Central Intelligence Agency in Italia, che alla platea ha raccontato come è cambiato il lavoro degli agenti segreti con l’avvento della tecnologia, il docente di cyber intelligence dell’Ud’A Antonio Teti, il sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo, il direttore di Limes Lucio Caracciolo, il direttore del master in Intelligence dell’università della Calabria Mario Caligiuri e il vicecomandante del CIOC del Ministero della difesa Ferdinando Munno. I professionisti dell’intelligence hanno cercato di far comprendere meglio la portata del valore e dell’utilizzo delle informazioni in uno scenario, come quello attuale, di particolare instabilità, cercando di delineare possibili scenari futuri.

A proposito della chiusura da parte di Facebook di 23 pagine italiane con oltre 2,46 milioni di follower, il sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo ha commentato: "È opportuno e giusto che il social network
faccia le dovute verifiche e vada a chiudere quelli che sono canali non ufficiali che, a mio giudizio, come è capitato nel nostro caso, il Movimento 5 Stelle, sono canali che vanno a depotenziare la comunicazione ufficiale della forza politica. Se oltre la metà delle pagine in questione erano a sostegno di Lega o M5s, secondo Tofalo il rischio di depotenziare la comunicazione ufficiale "vale per noi, ma vale per tutti". Il sottosegretario, che ha riferito aver segnalato lui stesso alcune delle pagine, ha poi ricordato che "per quanto riguarda la comunicazione istituzionale esistono delle pagine ufficiali, certificate, per tutti, sia per le forze politiche sia per personaggi pubblici, per cui è opportuno e giusto che Facebook faccia le dovute verifiche".

C'era anche il presidente della Regione, Marco Marsilio, che durante il suo saluto ha commentato: "La difesa dei dati e la capacità di prevenire attacchi telematici e cibernetici rappresentano un settore di estrema importanza nel presente nell'immediato futuro. Chi opera nell'intelligence deve essere in grado di sviluppare e sostenere una strategia che sia capace di gestire la conoscenza a livello globale.

La sicurezza globale - ha aggiunto Marsilio - da quella del singolo cittadino a quella delle aziende per giungere a quella degli enti pubblici e degli Stati, passa attraverso la formazione continua degli operatori del settore. Incontri come quello di oggi a Chieti offrono la possibilità di crescita ma anche di confronto con il mondo esterno, sia con quello accademico che con i cittadini che spesso fanno ancora fatica a contestualizzare i rischi, anche quelli piu' banali legati all'utilizzo di un computer e della rete internet".

"L'università e la ricerca scientifica - le parole del generale Giovanni Caravelli, vicedirettore dell'Agenzia informazioni e sicurezza esterna (Aise) - hanno un ruolo fondamentale nello studio e nella diffusione della cultura
dell'Intelligence, soprattutto in Italia. All'interno dell'ecosistema digitale nel quale l'intero mondo è oggi immerso, le informazioni 'verè sono come impastate in un miscelatore ove la disinformazione rappresenta un'arma dalle potenzialità illimitate. a vera sfida dell'intelligence nazionale, nel terzo millennio - ha concluso - risiede dunque nella capacità di saper ricercare, selezionare, leggere ed elaborare ogni singola informazione, ogni frammento di notizia per farne un prodotto di intelligence utile alla salvaguardia della sicurezza dello Stato".

Potrebbe interessarti

  • Tumore al seno e all’ovaio: "forte componente ereditaria" nelle donne che hanno effettuato il 'test Jolie'

  • Voglia notturna di cornetto? Ecco le cornetterie aperte a Chieti

  • Ingredienti pericolosi nelle creme solari: è allarme

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Chieti

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, morti i due ragazzi dispersi in zona Foro

  • È morta Nadia Toffa, amica di Chieti e dell'Abruzzo

  • Ciao Lorenzo, tanta commozione al funerale del ragazzo morto durante una partita di calcetto

  • Ortona, due ragazzi dispersi in mare nella zona del Foro

  • La guida agli eventi del Ferragosto 2019

  • Droga, arrestato insospettabile: spacciava cocaina e hashish

Torna su
ChietiToday è in caricamento