menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco di Atessa, Borrelli

Il sindaco di Atessa, Borrelli

Emergenza cinghiali: i sindaci della Val di Sangro chiedono misure urgenti dal Governo

Martedì la riunione con il sottosegretario abruzzese Castaldi, per trovare una soluzione efficace a un'invasione che crea gravi pericoli

Si svolgerà martedì prossimo (21 luglio), alle ore 20, nel municipio di Atessa, l’incontro dei sindaci del Comitato per la tutela e la valorizzazione dell’ambiente Sangro-Aventino-Frentano, del rappresentante dell’Anci Abruzzo (Associazione nazionale Comuni italiani), con il senatore abruzzese Gianluca Castaldi, sottosegretario di Stato per i rapporti con il Parlamento.

Al centro dell'incontro, l'emergenza cinghiali, che ormai da anni crea grave disagio e pericolo nel territorio provinciale. 

La riunione è stata chiesta dai sindaci di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio e di Atessa, Giulio Borrelli. “È una situazione sulla quale, da tempo, i sindaci della nostra zona hanno richiamato l’attenzione e che rischia di andare fuori controllo e investe ormai tutto il territorio nazionale. Parleremo con il sottosegretario a nome anche dei colleghi italiani alle prese quotidianamente con le conseguenze prodotte da questi animali, con risvolti anche dolorosi – affermano Di Giuseppantonio e Borrelli - La sicurezza nelle aree rurali ed urbane è in pericolo per il proliferare degli ungulati, che invadono campi coltivati, centri abitati e strade. Sono animali selvatici che distruggono i raccolti agricoli, causano incidenti stradali per danni stimati in centinaia di milioni di euro. Occorre un preciso impegno del Governo centrale e della Regione. Siamo certi che il sottosegretario Castaldi, per conto del Governo e del Parlamento, farà sue le nostre indicazioni per ricercare gli strumenti necessari a ridurne il numero".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento