rotate-mobile
Attualità

Costituzione, al Galiani incontro con i prefetti di Chieti e Pescara per “Il Calendario della Repubblica - Il Dovere della Memoria”

L'iniziativa è promossa dall’associazione Chieti nuova 3 febbraio, in collaborazione con l’istituto tecnico F. Galiani - R. de Sterlich, l’istituto di istruzione superiore Luigi di Savoia, l’istituto di istruzione superiore U. Pomilio, il liceo scientifico F. Masci, l’Unitre-Chieti

Mercoledì 2 marzo, alle ore 10.30, nell’aula magna dell’istituto tecnico F.Galiani – R.de Sterlich e sulla piattaforma Google Meet, ci sarà un incontro con Armando Forgione, prefetto di Chieti e Giancarlo Di Vincenzo, prefetto di Pescara sulla Costituzione e l’articolo 21 “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la  parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione…”.

L’iniziativa è promossa, nell’ambito della 22esima edizione del progetto “Il Calendario della Repubblica - Il Dovere della Memoria”, dall’associazione Chieti nuova 3 febbraio, in collaborazione con l’istituto tecnico F. Galiani - R. de Sterlich, l’istituto di istruzione superiore Luigi di Savoia, l’istituto di istruzione superiore U. Pomilio, il liceo scientifico F. Masci, l’Unitre-Chieti. 

Il programma si articola, come nelle edizioni precedenti, in due parti: le iniziative del 27 gennaio per il Giorno della Memoria, del 25 aprile per la Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, del 1° maggio per la Festa del Lavoro e dei lavoratori, del 2 giugno per la Festa della Repubblica e della Costituzione, collegando in un unico progetto le date degli avvenimenti fondativi della nostra Repubblica e della nostra Democrazia, per evitare la ritualità e la retorica celebrativa di certi anniversari; analisi e riflessione sulla Costituzione, la nostra storia.

Il progetto mira a "costruire, annualmente, un percorso che permetta la nascita del concetto di “Memoria” come diritto-dovere civile. Il compito della Memoria, infatti, prevede non solo che le vicende della storia d’Italia e di Europa del XX secolo non vengano svilite, dimenticate, cancellate, ma soprattutto che i Principi ispiratori della Costituzione del 1948 continuino a guidare idee, progetti, scelte e comportamenti quotidiani".

Il percorso dell’anno scolastico 2021-2022 comporta, in seguito, la riflessione sul ruolo del giornalismo, attraverso l’incontro di quattro giornalisti che, per due volte, nel corso del mese di marzo, si recheranno, ciascuno in ognuna delle scuole interessate, per dialogare con gli studenti. Nel mese di maggio, concluderà questa ventiduesima edizione una manifestazione che vedrà gli studenti protagonisti della conoscenza.

Piace ricordare la motivazione dell’assegnazione del Premio Nobel per la pace 2021 alla giornalista filippina Maria Ressa e al giornalista russo Dmitry Muratov "per i loro sforzi per salvaguardare la libertà di espressione, che è precondizione per la democrazia e per una pace duratura». Dopo aver appreso la notizia del Nobel per la pace, Maria Ressa ha dichiarato «la nostra è una battaglia per la verità. E la verità non esiste senza i giornalisti… Senza fatti, non c’è verità. Senza verità, non c’è fiducia. Senza fiducia, non abbiamo realtà condivisa, nessuna democrazia, e diventa impossibile affrontare i problemi esistenziali del nostro mondo: clima, coronavirus, battaglia per la verità…La libertà di espressione e di stampa riguarda non solo il futuro delle Filippine, ma le democrazie in tutto il mondo…". (Il Sole 24 ore, 8 ottobre 2021)

L'incontro si terrà nel rispetto della normativa anti covid, ingresso con super green pass e mascherina Ffp2.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costituzione, al Galiani incontro con i prefetti di Chieti e Pescara per “Il Calendario della Repubblica - Il Dovere della Memoria”

ChietiToday è in caricamento