Mercoledì, 29 Settembre 2021
Attualità

Alla ex caserma Bucciante una facoltà umanistica: la struttura a disposizione dell'università gratuitamente

Stamani l'incontro per fare il punto sul futuro dell'ex ospedale militare: il prossimo, per definire quale sarà la facoltà prescelta e per concretizzare gli impegni finanziari è previsto tra circa un mese

Bilancio positivo per l'incontro, organizzato stamani dal prefetto Armando Forgione, sul futuro della ex caserma Bucciante. 

Obiettivo della riunione era esaminare, insieme agli enti e alle istituzioni interessate, la situazione relativa al recupero del vecchio ospedale militare, in particolare per la parte riguardante il convento quattrocentesco destinato a ospitare una struttura dell'università d'Annunzio

Al termine di un vivace e costruttivo confronto, gestito dal prefetto e dal commissario di Governo per la ricostruzione delle zone terremotate Giovanni Legnini, si è convenuto che l’ateneo, rappresentato dal direttore generale Giovanni Cucullo, proporrà un progetto di utilizzo dell’ex convento destinato a ospitare una facoltà umanistica.

Gli altri enti presenti valuteranno la possibilità di contribuire sul piano economico integrando i 5 milioni che l’ateneo, attraverso deliberati dei propri organi direzionali, ha già messo a disposizione.

È stato risolto anche l’aspetto burocratico relativo al passaggio di consegne tra Demanio e università: la struttura quattrocentesca sarà messa a disposizione gratuita dell’ateneo perennemente, sino a quando l’edificio sarà destinato a finalità universitarie.

Il prossimo incontro, per definire quale sarà la facoltà prescelta e per concretizzare gli impegni finanziari è previsto tra circa un mese.

All’incontro hanno partecipato anche la soprintendente Rosaria Mencarelli, il consigliere regionale delegato Mauro Febbo, i rappresentanti dell’Agenzia del Demanio regionale con il vice direttore Marcello Bosica, il sindaco del Comune di Chieti Diego Ferrara con il vice sindaco Paolo De Cesare, l'assessore ai Lavori pubblici Stefano Rispoli e il presidente del consiglio Luigi Febo, per la Provincia il dirigente Giancarlo Moca e l'architetto Francesco Faraone, il Comitato cittadino rappresentato da Giampiero Perrotti e Luciano Di Tizio.

In conclusione, il Comitato ha espresso soddisfazione per la soluzione che finalmente si intravede e ha ribadito l’esigenza di accelerare i tempi per arrivare quanto prima possibile all’apertura dei cantieri.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla ex caserma Bucciante una facoltà umanistica: la struttura a disposizione dell'università gratuitamente

ChietiToday è in caricamento