rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Attualità Atessa

Incendio boschivo a ridosso delle case di Atessa: l'esercitazione di alpini e protezione civile

Si è tenuta nella mattina del 25 ottobre la simulazione con impiego di elicotteri e squadre di soccorso in località Vallaspra. Incontro con le scolaresche per diffondere la cultura di protezione civile

Si è tenuta questa mattina, ad Atessa, una vasta esercitazione di protezione civile con il coinvolgimento di uomini e mezzi messi a disposizione dall’Agenzia regionale di protezione civile, dal 9° Reggimento alpini di stanza all’Aquila e dall’Associazione nazionale alpini (Ana) sezione “Abruzzi”.
La simulazione ha riguardato lo spegnimento di un vasto incendio boschivo in località “Vallaspra” a ridosso dell’abitato di Atessa sulla cui sommità insiste il convento di San Pasquale, luogo simbolo di spiritualità per le popolazioni frentane.

La stessa area è stata frequentemente interessata da incendi, l’ultimo dei quali, nel estate del 2020, ha minacciato di far arrivare le fiamme fino a ridosso delle abitazioni.

L’esercitazione, oltre che a testare le attrezzature e le procedure da mettere in campo in caso di incendio boschivo, è stata anche un momento di incontro con la comunità locale e con le scolaresche per diffondere la cultura di protezione civile e per insegnare, soprattutto alle nuove generazioni, quali comportamenti adottare per prevenire un incendio e per segnalare la presenza di roghi al sistema di protezione civile.

All’esercitazione hanno preso parte il direttore dell’agenzia regionale di Pc Mauro Casinghini, il comandante del 9° Reggimento alpini colonnello Mario Bozzi e il tenente colonnello Pietro Piccirilli, mentre l’Ana è stata rappresentata dal presidente della sezione “Abruzzi” Pietro D’Alfonso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio boschivo a ridosso delle case di Atessa: l'esercitazione di alpini e protezione civile

ChietiToday è in caricamento