rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Attualità Vasto

Inaugurazione dell’opera dedicata a Lea Garofalo, vittima della mafia

L’opera è stata realizzata dagli studenti del Polo Liceale Pantini Pudente su un pannello in plexiglass della pensilina di via Spataro

Villa Falcone e Borsellino nel quartiere San Paolo ha ospitato la cerimonia di inaugurazione dell’opera dedicata a Lea Garofalo, vittima della mafia. L’opera è stata realizzata dagli studenti del Polo Liceale Pantini Pudente su un pannello in plexiglass della pensilina di via Spataro.

L'iniziativa si è svolta nell'ambito del progetto "Il Tempo Del Noi", promosso dall'associazione Libera per diffondere una cultura della legalità tra i giovani. Hanno partecipato all'attività il Prof. Gianpiero Barbati, le professoresse Sonia Tabasso, Giuseppina Cianciosi, Deborah Fioriti, Vito Evangelista, Michelina Strever e, per la parte artistica, Alessandra Minerva.

Alla cerimonia sono intervenuti il sindaco Francesco Menna, la Preside Anna Orsatti, l'assessora alle Politiche Giovanili e all'Istruzione Paola Cianci, oltre a studenti e studentesse che hanno letto testi in ricordo di Lea Garofalo e di altre donne coraggiose che hanno rotto il silenzio dell'omertà.

“Grazie per questo bellissimo progetto in onore della legalità, della lotta alla criminalità, della bellezza e della giustizia," ha dichiarato il sindaco Francesco Menna. "Il Parco Falcone e Borsellino, dedicato a due vittime della mafia, oggi vede il completamento di un importante progetto di legalità, realizzato con la collaborazione degli studenti del Pantini-Pudente. È stata inaugurata una pensilina con l’immagine di Lea Garofalo, una giovane mamma uccisa. È giusto unire le forze. Lo strumento che ci aiuta è il vostro ruolo, quello dei giovani.” Il sindaco ha inoltre invitato i ragazzi a non aver paura di denunciare ogni forma di illegalità.

"Ringrazio la preside, i docenti, e gli studenti per aver consolidato il percorso avviato lo scorso anno con l'associazione Libera - ha affermato l'assessora Paola Cianci - grazie anche per aver coinvolto l'amministrazione comunale in un'esperienza formativa ed educativa rivolta a tutti. Le opere dedicate a Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Don Peppe Diana e Peppino Impastato attraggono l'attenzione di chi passa, stimolandoli a conoscere e a non dimenticare le storie delle vittime della mafia. La vita di Lea Garofalo ci ricorda che ci sono luoghi dove nascere donna significa non avere alcuna libertà. Mi auguro che la sua immagine possa trasmettere la forza di lottare per i propri diritti. Ci siamo dati appuntamento al prossimo anno scolastico per continuare insieme questa battaglia per la legalità".

"La figura simbolo del progetto 'Il Tempo del Noi' è Lea Garofalo - ha detto la preside Anna Orsatti - questo progetto, realizzato in collaborazione con l'Associazione Libera e il Comune di Vasto, ha sviluppato un percorso di educazione alla legalità basato su memoria, impegno e responsabilità. Il nostro impegno è educare i giovani al dovere civico della testimonianza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurazione dell’opera dedicata a Lea Garofalo, vittima della mafia

ChietiToday è in caricamento