Impianti sci Abruzzo, la Regione stanzia 3 milioni a fondo perduto per gli operatori di montagna

Approvato il progetto di legge recante le disposizioni urgenti a sostegno del comparto sciistico regionale

La Regione ha approvato il progetto di legge a sostegno del comparto sciistico abruzzese.  La norma prevede un contributo a fondo perduto per i gestori delle aree turistiche attrezzate, per i maestri di sci, agli operatori economici del noleggio di sci, delle guide alpine e e di alpinismo, delle aspiranti guide alpine e gli accompagnatoti di media-montagna-maestri di escursionismo che operano stabilmente nel territorio regionale.

Sono inoltre previsti, inoltre, contributi per i comuni, Consorzi e Asbuc, per sopperire al mancato introito relativo ai canoni concessori dovuti dai gestori degli impianti sciistici.

Tra i comuni, Scanno riceve un contributo di 250 mila euro per l’acquisizione del complesso sciistico di Collerotondo, 190 mila euro al comune di Fano Adriano per il recupero del rifugio “Campo dei Venti”.

 “La decisione – commenta il consigliere regionale Mauro Febbo (Forza Italia) - rientra nella specifica strategia turistica di questo governo regionale, ossia portare avanti la valorizzazione della  destinazione della montagna e al contempo tutelare gli operatori economici colpiti dagli effetti della pandemia Covid-19. Ricordo inoltre come l’Abruzzo  con i suoi maestosi massicci offre il più grande complesso montano dell’Appennino. Centinaia di chilometri di piste per la discesa e lo sci di fondo, ottimi standard di innevamento, stazioni sciistiche moderne e funzionali, una rete di strutture e di servizi efficiente e completa, panorami mozzafiato, borghi incantevoli, buon cibo e tanta storia”.

All’interno del provvedimento di legge su bacini sciistici hanno trovato spazio, nel testo licenziato dalla Commissione, altre norme regionali: quella sul finanziamento dei centri diurni per i disabili per cui sono stanziati 200 mila euro. A rivendicare il merito di quest’ultima disposizione è Sara Marcozzi (M5s) che spiega come "col nostro lavoro siamo riusciti a far stanziare maggiori risorse a sostegno prevedendo così un altro settore tra quelli che avranno un supporto concreto. Abbiamo tenuto fede, con i fatti, all'atteggiamento responsabile che il Movimento 5 stelle sta avendo dall'inizio della pandemia da Covid-19, andando oltre qualsiasi divisione partitica nell'esclusivo interesse dei cittadini. Ed è esclusivamente per questo senso di responsabilità che abbiamo votato a favore del testo”.

Infine nel provvedimento di legge sono inclusi gli interventi a sostegno delle concessioni demaniali marittime regionali per cui si dispone che per l’anno 2020 non è dovuta l’imposta regionale sulle concessioni stesse. I concessionari che hanno già versato l’imposta per il 2020 saranno rimborsati. In aula sono stati presentati al testo ed approvati ulteriori emendamenti e sub emendamenti, tra i quali: la previsione che i soggetti beneficiari del contributo devono impegnarsi prioritariamente all’adeguamento delle infrastrutture per la prevenzione del coronavirus nella prossima stagione sciistica; la previsione di includere anche i maestri di sci intesi come liberi professionisti tra i beneficiari dei contributi; la previsione che il comune di Scanno potrà acquisire gli impianti oggetto del fallimento sulla base di un accordo transattivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

  • "Ti pago 100 euro al mese se mi racconti tutto quello che fa il mio ex”: denunciata

Torna su
ChietiToday è in caricamento