Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

Itinerari speciali e scorci inediti nella guida di Chieti realizzata dal Rotary Club Chieti Maiella con gli studenti del Galliani

Il volume è alla seconda edizione: la prima venne realizzata nel biennio 2017/2018, sotto la presidenza di Giuseppe Bernabeo

È stata presentata questa mattina la seconda edizione della guida “Chieti, itinerari turistici tematici”, realizzata dal Rotary Club Chieti Maiella, alla presenza del sindaco Diego Ferrara, del vicesindaco e assessore a Cultura e Turismo, Paolo De Cesare, alla presidente del Club Service, Beatrice Manganiello e agli iscritti del Rotary e ai sostenitori dell’iniziativa.

“Un segno di ottimismo, così dobbiamo intendere la brochure del Rotary Club Chieti-Maiella giunta alla sua seconda edizione – commenta il sindaco Diego Ferrara – Si tratta della proposta di itinerari che rivelano una Chieti diversa, unica, con scorci singolari, capaci di fare emergere aspetti inediti della nostra bella città. Siamo certi che sarà di grande aiuto per i turisti italiani e anche stranieri che hanno ripreso a frequentare la città anche in questo periodo di post pandemia e di ripresa che tutti auspichiamo possa restituire al nostro territorio le opportunità che merita. Il lavoro sarà distribuito fra le strutture ricettive, nelle attività commerciali, negli uffici al pubblico del Comune, in modo che possa arrivare all’utenza, in attesa che anche Chieti abbia un info-point turistico in centro, cosa a cui stiamo lavorando in sinergia con la Provincia e in vista del possibile utilizzo della Biblioteca De Meis”.

La guida appena pubblicata è la seconda edizione. La prima venne realizzata nel biennio 2017/2018, sotto la presidenza di Giuseppe Bernabeo. Con la presidenza di Massimo Liberato, sono iniziati i lavori per la seconda edizione. 

"La guida - spiega la presidente del Club Service Manganiello - è realizzata in collaborazione con l’istituto Galliani, tratta varie tematiche dall’origine di Chieti a oggi dal punto di vista artistico, architettonico e storico della città. Stiamo anche guardando al futuro con un’edizione anche ampliata sulla città, che costruiremo sempre insieme ai ragazzi del Galliani. La guida sarà distribuita negli hotel, in attività commerciali e nel palazzo comunale, nei luoghi dove potrà avere pubblico e visibilità, in modo da poter adempiere alla sua funzione di guida e di compagna di viaggio all’interno della città”.

“Raccogliamo con entusiasmo e soddisfazione questa pubblicazione, sono ben lieto perché serve e promuove la nostra Chieti – commenta il vicesindaco e assessore a Cultura e Turismo, Paolo De Cesare – Stiamo facendo di tutto per riattivare i circuiti turistici legati alla storia, all’arte, alle identità tutte della città. Lo faremo anche con un progetto in sinergia con la Camera di Commercio Chieti-Pescara, che attraverso un QR code e una guida-audio multi lingue racconterà i principali edifici monumentali del centro storico. Stiamo lavorando anche per avere un info-point turistico e culturale posto in un’ubicazione maggiormente fruibile e che manca da anni, c’è uno Iat regionale ma è logisticamente scomodo e complesso da raggiungere per chi approda in città, dove abbiamo invece bisogno di un luogo in pieno centro. Allo scopo, abbiamo individuato l’ex biblioteca De Meis, che sarà spostata dentro la caserma Bucciante in via di riqualificazione, cosa che ci consentirà di utilizzare quegli spazi, grazie alla sinergia con la Provincia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Itinerari speciali e scorci inediti nella guida di Chieti realizzata dal Rotary Club Chieti Maiella con gli studenti del Galliani

ChietiToday è in caricamento