rotate-mobile
Attualità

Green pass in ospedale sì o no? La Asl Lanciano Vasto Chieti chiarisce

L'azienda sanitaria ha diffuso il vademecum per accedere ai servizi sanitari: chi deve mostrare il green pass e chi no

Dopo gli ultimi episodi, i dubbi, le polemiche e gli interventi della politica, la Asl Lanciano Vasto Chieti ha pubblicato il vademecum per l’accesso alle strutture. L’Azienda sanitaria vuole chiarire a chi deve essere richiesto il  green  pass  prima  di  accedere  alle  strutture  della Asl 2 e a chi no, precisando però che tali elenchi non sono esaustivi.   

Regole per accedere ai servizi sanitari: chi deve mostrare il green pass e chi no

Il green pass è obbligatorio per le seguenti categorie: personale delle amministrazioni pubbliche; soggetti, anche esterni, che svolgono a qualsiasi titolo, la propria attività avorativa o formativa presso le pubbliche amministrazioni;  lavoratori delle ditte che lavorano in ospedale; informatori del farmaco; coloro che partecipano a convegni e congressi; coloro che partecipano a concorsi pubblici; studenti e specializzandi; titolari di cariche elettive o di cariche istituzionali di vertice; accompagnatori di pazienti non affetti da covid?19 nelle sale di aspetto di  dipartimenti di emergenza e urgenza, reparti di pronto soccorso, reparti ospedalieri,  centri di diagnostica e poliambulatori specialistici 10. Viene richiesto inoltre anche ad accompagnatori, visitatori, familiari per far visita a pazienti non affetti da covid?19  in residenze sanitarie assistenziali, strutture di ospitalità e di lungodegenza,  hospice, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani, anche non  autosufficienti, e altre strutture residenziali e socio assistenziali

Invece il green pass non è obbligatorio, scrive la Asl, per i bambini e i ragazzi sotto i 12 anni, esclusi per età dalla campagna vaccinale , pazienti/utenti che devono accedere ai servizi ospedalieri o alle prestazioni ambulatoriali, utenti che devono accedere al cup, all’urp ,  che devono ritirare cartelle cliniche o referti sanitari. E ancora: donatori di sangue,  soggetti esenti per motivi di salute dalla vaccinazione sulla base di idonea  certificazione medica, accompagnatore (uno solo) di paziente minorenne/ di paziente disabile grave / non deambulante che deve accedere alle  prestazioni ambulatoriali/servizi ospedalieri ,cittadini che hanno ricevuto il vaccino reithera (una o due dosi) nell’ambito della  sperimentazione covitar,  chi è in possesso di un certificato di vaccinazione anti sars?cov?2 rilasciato dalle  competenti autorità sanitarie della repubblica di San Marino e gli utenti che debbono recarsi alla farmacia ospedaliera.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass in ospedale sì o no? La Asl Lanciano Vasto Chieti chiarisce

ChietiToday è in caricamento