Attualità

Obbligo Green Pass: come cambia la vita dal 6 agosto

Il certificato verde è indispensabile per accedere ad eventi, servizi e strutture. Ecco cosa cambia e cosa rischiano i trasgressori

Il Covid cambia ancora le nostre abitudini. Da oggi, 6 agosto, entra in vigore il Green pass (certificazione verde) che diventa d'obbligo esibire per avere accesso ad alcuni eventi, servizi e locali.

Dopo l'annuncio delle nuove regole da parte del governo e il successivo boom di prenotazioni per i vaccini sono arrivate le critiche da parte del governatore abruzzese, Marco Marsilio che ha definito il green pass uno "strumento di costrizione e limitazione".

Nuove regole in vigore dal 6 agosto 

Ma nel dettaglio, cosa cambia da oggi venerdì 6 agosto? E' da qualche ora entrato in vigore il decreto Green pass che vincola l'accesso a eventi e luoghi pubblici solo a coloro che sono immuni al Covid-19. Sarà infatti necessario presentare la certificazione in formato digitale o cartacea emessa dalla piattaforma nazionale del Ministero della Salute che contiene un QR Code che attesta l'avvenuta vaccinazione o la guarigione dopo l'infezione da coronavirus, o un tampone negativo. Il Green pass nasce su proposta della Commissione europea per agevolare la libera circolazione in sicurezza dei cittadini nell'Unione europea durante la pandemia di Covid.

Dove serve il green pass

Il green pass era già richiesto in Italia per partecipare alle feste di matrimonio per accedere a residenze sanitarie assistenziali o altre strutture e spostarsi in entrata e in uscita dalle regioni classificate in "zona rossa" o "zona arancione". Da oggi 6 agosto 2021 servirà, inoltre, per accedere ai seguenti servizi e attività:

  • servizi di ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per il consumo al tavolo, al chiuso; (non serve per consumare il caffè al bancone del bar)
  • spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi;
  • musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
  • piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso;
  • sagre e fiere, convegni e congressi;
  • centri termali, parchi tematici e di divertimento;
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, compresi i centri estivi, e le relative attività di ristorazione;
  • attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
  • concorsi pubblici.

Il green pass non è richiesto ai bambini esclusi per età dalla campagna vaccinale e a coloro che sono autorizzati a presentare l'esenzione vaccinale: finché questa non sarà disponibile, possono essere utilizzate quelle rilasciate in formato cartaceo. (Qui tutti i dettagli)

Come scaricare e ottenere il green pass

Sarà possibile ottenerlo se vaccinati, anche solo dopo la prima dose, guariti dall'infezione oppure con test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo. La certificazione verde non sarà richiesta ai bambini fino ai 12 anni e alle persone esenti dalla vaccinazione sulla base di idonea certificazione medica.

La certificazione si potrà scaricare in pochi minuti App "Immuni" o "Io", oppure accedendo al proprio Fascicolo sanitario elettronico o sul sito web del governo, dedicato www.dgc.gov.it

Ottenere Green pass con l’aiuto di medici di medicina generale, pediatri di libera scelta, farmacie

Il medico e il farmacista, accedendo con le proprie credenziali al Sistema Tessera Sanitaria, potranno recuperare la tua Certificazione verde COVID-19. Serviranno il tuo codice fiscale e i dati della Tessera Sanitaria che dovrai mostrare loro. La Certificazione verde COVID-19 ti sarà consegnata in formato cartaceo o digitale.

Multe fino a mille euro per chi è senza green pass

Il governo Draghi ha esteso l'obbligo della certificazione verde per far fronte all'aumento dei contagi ed evitare nuove chiusure delle attività economiche in difficoltà. E sta studiando nuove regole per il green pass obbligatorio su navi, aerei e treni, e per lavoro e scuola. Ma andiamo con ordine. Chi non ha il green pass sarà multato? Quali sono le sanzioni previste dall'ultimo decreto legge covid del governo? A rischiare multe salate, dal 6 agosto, sono sia le persone che accedono a luoghi o eventi senza green pass quando è necessario, che i gestori delle attività, che vengono giudicati responsabili. Il decreto del governo prevede infatti che "i titolari o i gestori dei servizi e delle attività sono tenuti a verificare che l'accesso ai predetti servizi avvenga nel rispetto delle prescrizioni".

Il decreto prevede multe che vanno da 400 a 1000 euro sia a carico dell'esercente sia del cliente. Inoltre, in caso di violazione reiterata per tre volte in tre giorni diversi, "l'esercizio potrebbe essere chiuso da uno a dieci giorni", ha fatto sapere Palazzo Chigi. Le sanzioni sono previste anche per la falsificazione del green pass, sia per i documenti cartacei che per quelli digitali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Obbligo Green Pass: come cambia la vita dal 6 agosto

ChietiToday è in caricamento