Attualità

Arriva il green pass: Mario Draghi firma il decreto

Definite le modalità di rilascio delle certificazioni verdi digitali Covid-19 che faciliteranno la partecipazione ad eventi pubblici, l'accesso alle strutture sanitarie assistenziali e gli spostamenti

Arriva il "green pass": il presidente del Consiglio Mario Draghi ha firmato il Dpcm che definisce le modalità di rilascio delle  certificazioni verdi digitali Covid-19 che faciliteranno la partecipazione ad eventi pubblici, l'accesso alle strutture sanitarie assistenziali (Rsa) e gli spostamenti spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in "zona rossa" o "zona arancione".

Da ieri è attiva la piattaforma nazionale del Ministero della Salute per ottenere la certificazione verde Covid-19.

Dal 1 luglio la certificazione verde sarà valida come EU digital Covid garantire la piena libertà di movimento sul territorio dell'Unione a tutti coloro che avranno un certificato nazionale valido.

La certificazione attesta una delle seguenti condizioni: aver fatto la vaccinazione anti Covid-19 essere negativi al test molecolare o antigenico rapido nelle ultime 48 ore essere guariti dal Covid-19 negli ultimi sei mesi.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito dgc.gov.it

Il green pass si ottiene  sul sito dedicato dgc.gov.it,  sul sito del Fascicolo sanitario elettronico regionale, sull’App Immuni,  sull’App IO (a breve). In alternativa alla versione digitale,  i documenti potranno essere richiesti al proprio medico di base, al pediatra o in farmacia, utilizzando la propria tessera sanitaria.

La durata della Ccertificazione varia a seconda della prestazione sanitaria a cui è collegata. In caso di vaccinazione: per la prima dose dei vaccini che ne richiedono due, la certificazione sarà generata dal 15° giorno dopo la somministrazione e avrà validità fino alla dose successiva; nei casi di seconda dose o dose unica per pregressa infezione: la certificazione sarà generata entro un paio di giorni e avrà validità per 270 giorni (circa nove mesi) dalla data di somministrazione; nei casi di vaccino monodose: la certificazione sarà generata dal 15° giorno dopo la somministrazione e avrà validità per 270 giorni (circa nove mesi). Nei casi di tampone negativo la certificazione sarà generata in poche ore e avrà validità per 48 ore dall’ora del prelievo. Invece, nei casi di guarigione da Covid-19 la certificazione sarà generata entro il giorno seguente e avrà validità per 180 giorni (6 mesi).

In Abruzzo, accedendo al proprio Fascicolo sanitario regionale, è possibile acquisire la propria certificazione.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva il green pass: Mario Draghi firma il decreto

ChietiToday è in caricamento