rotate-mobile
Giovedì, 30 Marzo 2023
Attualità

Lotta al glaucoma: intervento di ultima generazione eseguito per la prima volta a Chieti

Il professor Mastropasqua del policlinico universitario ha impiantato una speciale valvola posteriore intelligente: successo pieno al controllo post-operatorio

Un intervento di ultimissima generazione per contrastare il glaucoma, il ladro silenzioso della vista. Il professor Rodolfo Mastropasqua lo ha eseguito su diversi pazienti proprio in questi giorni, nel Policlinico universitario di Chieti. E così, nella Settimana mondiale del glaucoma, dall’Abruzzo arrivano buone notizie.

Il glaucoma è una malattia cronica diffusa nel 3-4% della popolazione, molto pericolosa e insidiosa perché asintomatica. Il paziente non si accorge di nulla, tanto che oltre il 50% dei glaucomatosi non sanno di esserne affetti.

Si definisce pertanto ladro silenzioso della vista perché la vista persa non è più recuperabile. “È caratterizzato da un’aumentata pressione intraoculare che, se non diagnosticata e curata per tempo, può anche portare ad un grave ed irreversibile danno del nervo ottico che può condurre alla cecità”, spiega il professor Mastropasqua, “la diagnosi precoce è fondamentale. Basta un minuto per salvarsi la vista, andando dal proprio oculista per misurare la pressione endoculare”.

Vi sono però glaucomi che nonostante qualsiasi terapia non sono dominabili. Si definiscono glaucomi recalcitranti o refrattari, spesso legati a pazienti già sottoposti a terapie chirurgiche come distacchi di retina, trapianti di cornea o già operati per glaucoma. Anche in questi casi oggi, in centri che dispongono di alta tecnologia ed expertise chirurgica, è possibile intervenire con chirurgia avanzata e tecnologicamente complessa.

Mastropasqua, rientrato in Italia dopo diversi anni trascorsi in Uk, prima a Londra presso il Moorfields, l’ospedale oculistico più importante d’Europa, e poi a Bristol come Consultant, ha impiantato per la prima volta in Abruzzo e tra i primissimi in Italia, una speciale valvola posteriore intelligente. La valvola di Paul, gioiello tecnologico, consente di ridurre la pressione endoculare anche nei glaucomi recalcitranti e refrattari perché modula in modo intelligente il liquido in eccesso nell’occhio, causa di pressione elevata.

Glaucoma Paul Implant

Nei pazienti operati nel Policlinico Ud’A, al controllo post operatorio, in tutti, si è evidenziato successo pieno con la pressione che è rientrata nei limiti della norma. “È questo il futuro, anzi il presente”, dice il professor Mastropasqua, “che nel nostro centro è ormai diventato una routine che offre un’opportunità agli abruzzesi e che richiama anche pazienti di altre regioni italiane. Devo ringraziare la struttura del Policlinico di Chieti, la Regione Abruzzo e l’università d’Annunzio perché grazie alla elevata tecnologia disponibile mi consente di effettuare interventi di chirurgia avanzata in pazienti con patologie complesse”.

Buone notizie anche sul fronte delle iniziative dedicate alla comunità. “La nostra università”, continua il professor Rodolfo Mastropasqua, “ed il nostro centro, in collaborazione con la Iapb (Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità) e l’Unione italiana ciechi, metterà a disposizione della popolazione un camper adibito ad ambulatorio oculistico per la misurazione della pressione endoculare per la prevenzione del glaucoma. Dedicateci e dedicatevi un minuto”. Il camper sarà presente a Pescara, in piazza Salotto, sabato 18 marzo dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta al glaucoma: intervento di ultima generazione eseguito per la prima volta a Chieti

ChietiToday è in caricamento