rotate-mobile
Attualità

Addio Giovanni Aloè, fondò la Falco Azzurro di Chieti

Fondatore della società di atletica leggera, che ha diretto per vent'anni. I funerali nella chiesa di S. Antonio Abate

Il mondo dello sport della città di Chieti è in lutto per la scomparsa di Giovanni Aloè, fondatore della Falco Azzurro nel 1953, che ha diretto per vent’anni, è stato anche presidente del Coni provinciale, del Csi, contribuendo alla crescita di centinaia di atleti in Abruzzo.
Aloè si è spento due giorni fa a Chieti. I funerali oggi, nella chiesa di Sant’Antonio Abate.

Oltre alla fondazione della società di atletica leggera, in omaggio alla quale, un mese fa, aveva pubblicato un libro, Aloè è stato anche avvocato e funzionario della Soprintendenza archeologica.

Adele Campanelli, ex sovrintendente a Chieti ed ex direttrice del museo La Civitella, lo ricorda così: “Curioso e fine conoscitore di molte forme d'arte, di sport ma soprattutto della sua amata Chieti che ha contribuito a tutelare e valorizzare con il suo lungo e disinteressato servizio presso la Soprintendenza archeologica. È stato l'esponente discreto della Chieti migliore, quella lontana dalle polemiche, grande lavoratore ha dedicato la sua professionalità equilibrata e sapiente alle trasformazioni della Soprintendenza che ha contribuito a fondare sin dagli anni '50. Mi mancherà la sua amicizia e l' insostituibile punto di riferimento che ha rappresentato per 40 anni della mia vita”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio Giovanni Aloè, fondò la Falco Azzurro di Chieti

ChietiToday è in caricamento