rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Attualità

Prima giornata regionale sulle dipendenze patologiche: a Chieti e provincia iniziative su fumo e gioco d'azzardo

Giovedì 17 novembre sono previste iniziative in tutto l'Abruzzo per sensibilizzare i cittadini sulle dipendenze da sostanze e comportamentali

Si celebra domani, 17 novembre, in Abruzzo la prima 'Giornata regionale sulle dipendenze patologiche', che vede in campo Regione, Asl, Questure, Coni e Ufficio scolastico regionale per sensibilizzare i cittadini sulla tematica delle dipendenze patologiche. La giornata è stata istituita lo scorso giugno dall’osservatorio regionale per monitorare le iniziative messe in campo ai sensi della legge regionale 37 del 2020.

La norma punta alla prevenzione e al trattamento delle dipendenze patologiche, sia da sostanze che comportamentali, al fine di salvaguardare e tutelare le persone che ne sono affette, con particolare riferimento alle fasce più deboli e maggiormente vulnerabili della popolazione. Lo scopo è quello di evitare un’eccessiva parcellizzazione degli interventi, con un modello di intervento coordinato tra i vari attori coinvolti: dai servizi dipendenze delle Asl ai dipartimenti regionali sanità e sociale, fino ad arrivare al terzo settore, alla scuola, allo sport, alle comunità terapeutiche, al mondo forense.

“Siamo la prima Regione ad aver deliberato una legge ‘quadro’ sulle dipendenze patologiche – ha detto il presidente Marco Marsilio - La prima, inoltre, ad aver istituito un osservatorio regionale che mette insieme diversi attori che si confrontano sotto diversi punti di vista: da quello sanitario alle azioni mirate a reprimere i reati che si coagulano intorno alle dipendenze. È una esperienza pilota e domani celebriamo una giornata volta a sensibilizzare le scuole e i giovani. Spero possa aiutare i cittadini abruzzesi a fronteggiare un fenomeno, purtroppo, presente sul territorio; abbiamo dati preoccupanti registrati, in particolare, nell’area del cratere sismico. Il ricorso al gioco di azzardo, ad esempio, è stato una delle dipendenze più diffuse tra i soggetti fragili che vivono momenti psicologici e sociali difficili”.

Tra le dipendenze sono ricomprese il disturbo da gioco d’azzardo, le dipendenze da sostanze come bevande alcoliche, tabacco, sostanze psicotrope e stupefacenti, le 'nuove sostanze', gli antidolorifici, le dipendenze tecnologiche da internet, reti sociali, smartphone, videogiochi, videopornografia e altre dipendenze comportamentali oltre a shopping compulsivo e ipersessualità. Con questa legge e grazie alle attività dell’Osservatorio, l’Abruzzo si pone all’avanguardia in Italia nei programmi di prevenzione, cura e riabilitazione. All’incontro parteciperà anche il vice ministro Maria Teresa Bellucci, delegata alle Politiche sociali.

Il programma della giornata di domani è molto articolato: si parte alle 8.30, al teatro comunale di Atri, con il convegno, promosso dalla Asl di Teramo, “Sinergie che promuovono salute: vivere indipendenti”. Le Questure promuoveranno sui territori iniziative informative con la presenza anche delle unità cinofile. Per quanto riguarda le azioni promosse dalle Asl, a Chieti ci sarà un open day del Centro antifumo (Pneumologia, 12esimo livello del policlinico, dalle 9 alle 13); e in tutti gli ospedali della provincia di Chieti saranno attivi infopoint sulla dipendenza da gioco d’azzardo (dalle 10 alle 13).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima giornata regionale sulle dipendenze patologiche: a Chieti e provincia iniziative su fumo e gioco d'azzardo

ChietiToday è in caricamento