menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al sacrario militare l'ultimo saluto al professor Rispoli: il ricordo commosso di amici e familiari

La cerimonia, officiata dal parroco di Sant'Agostino don Michelangelo, si è tenuta all'aperto, per consentire ai tantissimi che desideravano rendere omaggio al defunto di partecipare, anche grazie a una diretta Facebook

Una cerimonia funebre all'aperto, al sacrario militare del cimitero, e una diretta Facebook, per consentire a tutti coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato di dare l'ultimo saluto a Fabio Rispoli, l'avvocato e professore scomparso nella notte fra venerdì e sabato, a 58 anni. 

Tutta la città si è stretta intorno alla moglie Mara e ai due figli Tommaso e Michele e alla numerosa famiglia Rispoli, molto conosciuta in città. A dargli l'ultimo saluto, oltre ai familiari, gli amici di sempre, la comunità dell'istituto Luigi di Savoia, dove insegnava, i colleghi, tutti coloro che lo avevano conosciuto e avevano avuto modo di apprezzarne la cortesia e le qualità umane.

"Cara Mara non temere, non sei sola. Fabio è qui in mezzo a noi. Continua a educare i tuoi figli - ha detto don Michelangelo Tumini, che ha officiato la cerimonia - come hai saputo fare finora e inculca loro la memoria del papà fatta di serenità, attaccamento ai valori e soprattutto alla famiglia".

Poi il parroco di Sant'Agostino, rivolgendosi alla famiglia ne ha sottolineato "l'unione e quel soffio di vitalità e onestà che da sempre avete portato in parrocchia. Continuate ad operare nella memoria di vostro fratello".

A ricordare Rispoli anche il sindaco di Atessa, Giulio Borrelli, amico stretto del compianto Rispoli, che lo ha descritto come "una persona autorevole, a modo e affabile. Caratteristiche - ha spiegato - che venivano da lontano. Dalla famiglia solida, impegno onestà e solidarietà. Fabio ci hai lasciato ricordi e affetto che custodiremo nei nostri cuori. Un faro a cui ispirarci".

A parlare a nome dei sei fratelli Rispoli, a ricordare l'ultimogenito scomparso è stato il Enrico Rispoli, visibilmente commosso. "Mi sento - ha detto - una persona ferita. Il mio pensiero va a mia madre, ai miei fratelli, agli amici. Tra le migliaia di messaggi ricevuti in questi giorni ce n’è uno, in particolare che descrive al meglio Fabio: era una persona che si faceva notare col il suo silenzio".

Poi, tra le lacrime si è rivolto al fratello che non c’è più: "La tua vita ha scintillato di sagacia, hai illuminato tutti noi. Faremo tesoro dei tuoi insegnamenti. Ci mancherai Fabio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento