Fossacesia in prima linea contro l'abbandono di cani e gatti: è un reato che può essere punito con l'arresto

L'amministrazione comunale ha aderito alla campagna di sensibilizzazione promossa dell’Ente Nazionale Protezione Animali (Enpa)

Il Comune di Fossacesia aderisce alla campagna di sensibilizzazione promossa dell’Ente Nazionale Protezione Animali (Enpa) per ricordare a tutti che l’abbandono di cani e gatti costituisce un reato.

“Abbandonare un cane oggi è molto più che un atto deplorevole: è un reato – ricordano il sindaco, Enrico Di Giuseppantonio e l'assessore delegata Maria Angela Galante - In Italia l‘abbandono di animali è vietato ai sensi dell’articolo 727 del codice penale che recita al primo comma: Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro. Come amministrazione comunale, siamo impegnati in prima linea contro il fenomeno degli abbandoni degli animali e per contrastare il randagismo, due aspetti dello stesso problema, che ha riflessi sulla sicurezza. Spaesati a vagare per le strade, spesso e volontieri creano situazioni che mettono in pericolo la loro incolumità e quella degli automobilisti".

Lo scorso febbraio, il consiglio comunale ha approvato il nuovo regolamento per l’adozione di cani vaganti e catturati sul territorio comunale, per incentivare l’adozione dei cani vaganti ritrovati e catturati per migliorare il loro benessere e incentivare l’affidamento a persone responsabili e consapevoli, per limitare i costi del randagismo a carico della collettività.

Nell’ordinamento, viene stabilito che tutti i cani vaganti di proprietà del Comune e ospitati nel canile convenzionato o altre strutture, possono essere adottati tenendo comunque conto di alcuni requisiti.

"Ma è chiaro che, oltre al nostro impegno - rimarca Di Giuseppantonio - è indispensabile il contributo di tutti i cittadini, che invitiamo a segnalare casi di abbandono, maltrattamenti. Solo così potremo arrestare questa piaga”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Coronavirus: 54 nuovi casi in Abruzzo, la maggior parte in provincia di Chieti e c'è anche un morto

  • Coronavirus: altri 37 nuovi positivi, 11 nel Chietino

  • La d'Annunzio è pronta a ripartire: lezioni su prenotazione, esami a scelta in presenza oppure online

  • Coronavirus: un solo nuovo caso, ma c'è un morto per la prima volta dopo un mese un mezzo di tregua

  • Camioncino della nettezza urbana si ribalta contro un muro di cinta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento