rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Attualità

Interventi per 74 milioni al Santissima Annunziata: un nuovo polo, attrezzature innovative e parcheggio multipiano

In arrivo 49 milioni provenienti dalla Finanziaria dello Stato e altri 25 milioni dal Pnrr: serviranno per un intervento di reingegnerizzazione

Con 49 milioni provenienti dalla Finanziaria dello Stato e altri 25 milioni che complessivamente arriveranno dal Pnrr, il policlinico di Chieti sarà sottoposto a un intervento di reingegnerizzazione che prevede tra l'altro la realizzazione di un nuovo edificio, il corpo P, con due nuovi bunker e due acceleratori lineari aggiuntivi e la messa in sicurezza del corpo C e dei reparti di degenza ad esso collegati. L'ospedale, inoltre, potrà dotarsi di nuove attrezzature come Pet, Tac e Risonanza.

Saranno inoltre realizzati una piastra ambulatoriale, la sala ibrida, un nuovo ingresso e, solo in questo caso con il ricorso al project financing, un parcheggio multipiano condiviso fra Asl e università d'Annunzio. 

È quanto emerso dalla conferenza stampa tenuta a Chieti dal direttore del dipartimento sanità della Regione, Claudio D'Amario, dall'assessore regionale alla Salute Nicoletta Veri, dal rettore della d'Annunzio Sergio Caputi e dal direttore generale della Asl Lanciano Vasto Thomas Schael.

"Da diverso tempo stiamo ascoltando le criticità del policlinico - ha detto Verì - che man mano abbiamo elaborato. Abbiamo dato delle risposte tanto è vero che siamo arrivati a finalizzare fondi ben precisi per quanto riguarda il Pnrr e adesso in modo particolare dando la possibilità di avere altri fondi. Abbiamo stabilito, partendo da 49 milioni, la possibilità di passare in delibera i progetti di fattibilità che la Asl sta presentando. Sono sempre più convinta che gli investimenti su questo policlinico sono di una grande rilevanza".

Per D'Amario, c'è bisogno di fare progetti globali, definitivi e funzionali: "Il ministero - ha detto il dirigente regionale - approva solo progetti di questo tipo, quindi dobbiamo superare l'approccio parcellare rispetto al passato Significa che la Asl deve fare un progetto complessivo di tutto ciò che serve. Noi appena abbiamo un progetto definitivo di fattibilità andiamo a chiedere di liberare le risorse. I progetti vengono inviati al ministero della programmazione, c'è un nucleo di valutazione che valuta il progetto e libera il finanziamento". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interventi per 74 milioni al Santissima Annunziata: un nuovo polo, attrezzature innovative e parcheggio multipiano

ChietiToday è in caricamento