Lunedì, 14 Giugno 2021
Attualità

Flash mob in difesa dei quattro tribunali abruzzesi a rischio

Sabato mattina Fratelli d'Italia è scesa in piazza per manifestare contro la decisione di sopprimere i piccoli tribunali abruzzesi di Avezzano, Lanciano, Sulmona e Vasto

Si sono svolti stamane i flash mob in difesa dei tribunali e delle procure di Lanciano, Vasto, Avezzano e Sulmona organizzati dal coordinamento regionale e dal dipartimento Giustizia Abruzzo di Fratelli d’Italia.

I presìdi rischiano di essere definitivamente chiusi il prossimo 14 settembre 2022.  "Su questo argomento - spiegano in ua nota congiunta il coordinatore regionale di FdI Etelwardo Sigismondi e il responsabile regionale del Dipartimento Giustizia di Fratelli d’Italia, Luigi Comini -  l’onorevole Andrea Del Mastro, responsabile nazionale del dipartimento Giustizia di Fratelli d’Italia, ha depositato in commissione Giustizia della Camera dei Deputati due emendamenti al disegno di legge n.2681 inerente, tra l’altro, la riforma dell’ordinamento giudiziario. Il primo chiede di prolungare al 14 settembre 2024 la scadenza, ora fissata al 2022, per consentire la prosecuzione dell’attività dei tribunali e delle procure soppresse. Con il secondo, invece, si propone, in attesa di una più ampia e generale riforma della geografia giudiziaria, da attuare sempre nel principio del massimo decentramento, che, su richiesta delle Regioni interessate, i tribunali soppressi riprendano definitivamente la loro funzione giudiziaria con l’accollo delle relative spese a carico delle Regioni, come disposto dalla proposta di legge regionale approvata all’unanimità dal Consiglio regionale, nel settembre 2020, e depositata in Parlamento".

L'auspicio di Fratelli d'Italia è che queste istanze "trovino l’approvazione ed il consenso delle forze di maggioranza in Commissione e in Parlamento”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Flash mob in difesa dei quattro tribunali abruzzesi a rischio

ChietiToday è in caricamento