Attualità

Filippone e il centro storico vogliono la casetta dell'acqua: "Parte alta tagliata fuori"

Il candidato di Ideabruzzo Di Ciano chiede di fare un nuovo bando dopo che i 7 distributori già previsti sono stati installati

La casetta dell'acqua di via Ricciardi

Dopo l'inaugurazione della settima e ultima casetta dell'acqua prevista sul territorio comunale di Chieti, i residenti di Filippone e del centro città chiedono che un distributore dell'acqua venga installato anche nelle loro zone. 

A farsi portavoce di questa necessità è il candidato consigliere di Ideabruzzo Andrea Di Ciano, che chiede di "continuare a incentivare e diffondere tra la popolazione l'utilizzo delle casette dell'acqua. L'utilizzo da parte del cittadino consente di ridurre i rifiuti consistenti in bottiglie di plastica o di vetro, in quanto necessariamente si utilizzano gli stessi contenitori. In questo momento di difficile situazione economica, è importante che si metta a disposizione dei cittadini un bene importante senza costi aggiuntivi per l'utente, con una serie di vantaggi per la collettività". 

Ecco perché Di Ciano chiede un nuovo bando, dopo quello affidato alla società Maiba, per trovare fornitori di distributori dell'acqua anche nella parte alta della città. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filippone e il centro storico vogliono la casetta dell'acqua: "Parte alta tagliata fuori"

ChietiToday è in caricamento