menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aula magna gremita per la lezione di letteratura greca: in cattedra ci sono Ficarra e Picone

Il duo comico, a teatro con "Le Rane" di Aristofane, incontra gli studenti all'università d'Annunzio: "Siamo ignoranti, ma con noi Aristofane diventa comprensibile a tutti"

L’aula magna di Lettere è piena di studenti per la lezione di letteratura greca. In cattedra, però, ci sono Ficarra&Picone, in Abruzzo per la messa in scena de 'Le Rane' di Aristofanela commedia diretta da Giorgio Barberio Corsetti con la quale hanno esordito qualche mese fa nel ciclo delle rappresentazioni classiche del teatro greco di Siracusa. In platea anche due piccoli fan di 7 e 9 anni. Ma i due comici siciliani ammettono: “Siamo immunizzati: possiamo parlare di cultura senza che la cultura ci cambi. In questo senso – scherzano - rimaniamo ignoranti”.

Tantissime le domande degli studenti all’incontro organizzato dal Dipartimento di Lettere, Arti e Scienze Sociali della “d’Annunzio” diretto dal professor Carmine Catenacci e moderato dal professor Luigi Bravi. “I grandi classici – ha esordito il professor Catenacci – hanno questa forza magica che ci aiuta a vedere il mondo con altri colori. Ogni mattina, ad esempio, il quotidiano da leggere dopo un paio d’ore già è scaduto. Per non parlare dei tweet. Invece ogni mattina Omero, Saffo, Aristofane sanno ancora parlarci e farci riflettere anche da un punto di vista differente rispetto a quella che è la realtà di oggi”.

ficarra e picone uni-2

Venticinque anni di spettacoli: nei pub, sui tavoli, nei ristoranti, a Zelig. “Ti abitui e ti alleni ad avere a che fare con tante situazioni – spiegano Ficarra & Picone – e questo ti aiuta nel campo della comicità. Il testo di Aristofane è molto lontano da noi, abbiamo subito pensato che fosse da incoscienti affidarcelo. Ci siamo messi a leggerlo tenendo in considerazione l’ 'ignorante’ che è in noi, e questo ci ha permesso di rendere fruibile lo spettacolo anche a chi non aveva gli strumenti per comprenderlo”.

Il resto lo ha fatto il successo ottenuto a Siracusa e gli ascolti record in prima serata Rai durante la messa in onda de "Le Rane" in un fine settimana estivo. Un consenso di pubblico che continua con la nuova stagione di repliche che sta portando i due comici in giro per i teatri italiani. “Perché la comicità – ricordano  – è sempre la stessa. Cambia soltanto il contesto”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: oggi 196 nuovi positivi e 441 guariti in Abruzzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento