rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Attualità

Ferrara al presidio dei lavoratori precari della sanità: "Queste maestranze vanno tutelate con la stabilizzazione"

In mattinata il presidio dei lavoratori precari della sanità sotto la direzione aziendale della Asl 2

"Queste maestranze vanno tutelate con la stabilizzazione. La Asl ha aperto la porta a una speranza per i primi mesi del 2022”. È quanto ha dichiarato il sindaco di Chieti, Diego Ferrara, nella mattina di oggi, intervenendo al presidio dei lavoratori precari della sanità che si è svolto sotto la direzione aziendale della Asl 2. Con lui anche la consigliera comunale Barbara Di Roberto.

“Ho voluto essere presente su un argomento importante, qual è la tutela di lavoratori della sanità che sono stati fondamentali nella trincea della lotta al Covid – ha detto il sindaco Ferrara, presente anche come presidente del Comitato ristretto dei sindaci – Si tratta di operatori sanitari assunti con l’emergenza covid ma che hanno all’attivo un’esperienza che arriva da più lontano e che deve essere valorizzata. Questo, insieme ai sindacati abbiamo chiesto al direttore generale Asl, Thomas Schael, presente al presidio con i funzionari del settore Personale e con il direttore sanitario Giovanni Stroppa".

Tutti si sono impegnati ad aprire un percorso di stabilizzazione, le cui procedure di evidenza pubblica saranno avviate nei primi mesi del 2022, come hanno annunciato a maestranze e sindacati. "Confidiamo che ciò accada - dice ancora il sindaco di Chieti - perché si tratta di competenze che non possono restare senza tutele e che devono essere garantite anche a vantaggio della platea di pazienti che sono stati assistiti e curati anche grazie a tali figure”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrara al presidio dei lavoratori precari della sanità: "Queste maestranze vanno tutelate con la stabilizzazione"

ChietiToday è in caricamento