Ferrara rassicura il Wwf: "Fermato il taglio degli alberi, preso in consiglio il regolamento sul verde urbano"

Domani ci sarà un incontro con la struttura comunale, a cui parteciperanno anche gli assessori Zappalorto e Rispoli e le associazioni

"Non è intenzione dell'amministrazione dare seguito a quanto stabilisce un atto che non abbiamo prodotto e il cui iter da oggi può dirsi fermato a scopo cautelativo". È la rassicurazione arrivata dal sindaco Diego Ferrara e dall'assessora all'Ambiente, Chiara Zappalorto, che ieri hanno incontrato i rappresentanti del Wwf di Chieti Luciano Di Tizio e Nicoletta Di Francesco. 

L'associazione, due giorni fa, aveva lanciato l'allarme per il paventato taglio di 50 alberi sul territorio comunale. 

Per domani mattina, è stato convocato dal primo cittadino un incontro con la struttura comunale, a cui parteciperanno anche Zappalorto e l'assessore ai Lavori pubblici Stefano Rispoli e le associazioni. 

"Vogliamo andare a fondo - dice Ferrara - a una questione su cui non abbiamo preso iniziative alcune, se non quella di fermare i tagli per capire in virtù di quale analisi siano stati predisposti. Ci preme anche sapere quali verifiche abbia fatto chi ci ha preceduto, per definire il tipo di intervento di manutenzione o taglio e per questo attiviamo la macchina comunale, per avere un quadro aggiornato e completo anche delle altre iniziative in itinere sul verde urbano, su cui noi non abbiamo deliberato perché insediati da pochi giorni. Abbiamo chiara, invece, la visione di una città che cura il suo verde e che lo fa in modo sostenibile e il più possibile condiviso, per questo di certo i passi importanti saranno comunicati alla città, ma, soprattutto, saranno fatti insieme a tutti i soggetti competenti che ci consentiranno di fare la scelta migliore, sia a tutela del verde che della pubblica incolumità”.

“L’idea è quella di aprire un tavolo operativo e di confronto sul Verde cittadino – dicono Zappalorto e Rispoli – a cui chiameremo le istituzioni e le associazioni. Un cammino che dovrà cominciare anche da un nuovo regolamento comunale al verde urbano, per cui attiveremo presto il consiglio comunale, un organismo che disponga azioni di costante monitoraggio e attenzione e che abbia come priorità e come metodo la contestuale ripiantumazione degli alberi da sostituire: sia quelli che dovranno essere tagliati perché pericolosi, o malati, o privi di vita, che quelli che nessuno in questi anni ha mai sostituito. Importante avere una gestione condivisa con la città e con la forestale, la soprintendenza, i vigili del fuoco, le associazioni, solo così la cura del verde potrà diventare virtuosa, perché finalmente plurale. Tutto questo comincia da subito con lo stop alla determina, parte da qui una strada nuova della città verde che Chieti fino ad oggi non ha avuto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Nuove assunzioni alla De Cecco dal 2021: ecco il piano industriale

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

  • VIDEO - "Cambio moglie" fa tappa a Lanciano: i circensi Ferrandino protagonisti con i parrucchieri Sorrentino

Torna su
ChietiToday è in caricamento