menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Estate 2018: continuano senza sosta gli interventi della Guardia Costiera

Nei giorni scorsi il personale è intervenuto assieme al 118 per assistere due bagnanti, rientrati a riva con estrema difficoltà, a causa delle correnti nelle vicinanze della foce del fiume Sangro. Le principali regole di comportamento

Continua l’impegno della Guardia Costiera per assicurare una vigilanza continua a chi si trova al mare.

Nei giorni scorsi personale di Vasto è intervenuto assieme al 118 per assistere due bagnanti, rientrati a riva con estrema difficoltà, a causa delle correnti presenti in zona nelle vicinanze della foce del fiume Sangro.

“In questo periodo – spiegano - si sta ponendo maggiore attenzione anche alla verifica del rispetto dell’Ordinanza di Sicurezza Balneare, attività che verrà intensificata nei periodi di maggiore afflusso sulle spiagge del Circondario.

L’attività fino ad oggi svolta ha portato ad accertare alcuni comportamenti illeciti lungo la costa e nella fascia di mare antistante come ad esempio la pesca abusiva in luoghi e con attrezzi vietati ed alcune irregolarità relative all’utilizzo del demanio marittimo”.

Le principali regole di comportamento

La Guardia Costiera coglie l’occasione per ricordare alcune delle principali regole di comportamento essenziali per trascorrere in sicurezza ed in maniera ordinata la propria vacanza sulle spiagge ed in mare:
-    Evitare di entrare in mare se è esposta la bandiera rossa;
-    Non fare il bagno se non in condizioni psicofisiche ottimali;
-    Evitare lunghe esposizioni al sole;
-    Non lasciare in abbandono sull’arenile ombrelloni, sdraio o altre attrezzature;
-    Non accendere fuochi sulle spiagge o nella vicina vegetazione;
   Per coloro che conducono natanti ed imbarcazioni si ricorda di:
-    Avvicinarsi con prudenza alla zona di mare riservata alla balneazione senza mai transitarvi, se non a remi;
-    Prestare attenzione ad eventuali segnali in mare come palloni sub o gavitelli vari;

-    Assicurarsi prima di uscire in mare che l’imbarcazione sia dotata di tutte le dotazioni di sicurezza e di salvataggio necessarie in base al tipo di navigazione da intraprendere;
-    Verificare la quantità di carburante presente a bordo e valutare l’autonomia di viaggio;
-    Non gettare in mare alcun tipo di rifiuto;
-    Navigare ad un andatura moderata e che comunque non produca moto ondoso tale da arrecare disturbo ai bagnanti o altre imbarcazioni.

Per ogni emergenza in mare è sempre attivo, 24 ore su 24, il numero blu 1530, dove la Capitaneria di Porto più vicina vi risponderà per prestarvi la massima assistenza.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento