rotate-mobile
Attualità San Vito Chietino

Principio d'incendio sul treno e macchinista ferito in galleria, ma un'esercitazione per testare la sicurezza della linea ferroviaria

L'esercitazione proposta e organizzata dalla Società rete ferroviaria Italia sarà coordinata dalla prefettura e coinvolgerà vigili del fuoco, Asl, polizia ferroviaria, questura, polizia stradale, carabinieri, finanza e il comando polizia locale di San Vito Chietino

Esercitazione nella galleria San Giovanni, lungo la linea ferroviaria Pescara-Termoli, sul tratto fra San Vito Lanciano e Fossacesia, nella notte fra sabato e domenica. L'esercitazione è stata proposta e organizzata dalla Società rete ferroviaria Italia, con l'obiettivo di verificare e consolidare le procedure operative e i flussi comunicativi tra le varie istituzioni coinvolte nella gestione di un ipotetico evento emergenziale lungo la linea ferroviaria, nonché la prontezza degli interventi.

L’esercitazione rientra nel piano annuale delle attività del gruppo Fsi, relativamente agli obblighi derivanti dal decreto ministeriale sulla sicurezza nelle gallerie Fferroviarie, per gallerie di lunghezza superiore a 5.000 metri e si inserisce nell’ambito del percorso di formazione continua sulla sicurezza del trasporto ferroviario, consentendo al personale di Rfi di mettere in pratica quanto appreso nelle fasi di formazione sia in relazione al soccorso che alla guida dei treni e alle operazioni di assistenza.

Leggi le notizie di ChietiToday su Whatsapp

Lo scenario incidentale ipotizzato prevede l’avaria tecnica di un treno regionale della Tua spa all’interno della galleria San Giovanni, con conseguente principio di incendio e ferimento del macchinista alla guida del mezzo, che renderanno necessario l’intervento dei vigili del fuoco del comando di Chieti, di un’ambulanza del servizio 118 della Asl Lanciano Vasto Chieti, della polizia ferroviaria, oltre al personale di Rete ferroviaria italiana, Fs Security e Tua spa, impegnati altresì nell’assistenza e messa in sicurezza dei viaggiatori (figuranti individuati tra i volontari dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile).

In particolare, il corpo nazionale dei vigili del fuoco coordinerà le operazioni di soccorso mediante l’intervento di personale operativo del vomando di Chieti, impiegando il mezzo bimodale, un particolare veicolo in dotazione alla sede dei vigili del fuoco di Lanciano, capace di transitare sia su strada che lungo i binari della linea ferroviaria per lo spegnimento di incendi e il salvataggio di passeggeri bloccati all’interno del treno, mentre la cornice di sicurezza all’esterno della galleria e la viabilità saranno garantite da personale della questura, della polizia stradale, dei comandi provinciali dei carabinieri e della finanza di Chieti e dal comando polizia locale di San Vito Chietino, coordinati dalla prefettura di Chieti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Principio d'incendio sul treno e macchinista ferito in galleria, ma un'esercitazione per testare la sicurezza della linea ferroviaria

ChietiToday è in caricamento