Attualità

Al via l'esame di maturità: quasi 11mila studenti abruzzesi alle prese con la prova orale

Il ministro Bianchi ai ragazzi: “Affrontate l’Esame con attenzione, ma anche con gioia: comincia una fase nuova della vita”

foto Today.it

Sono iniziati questa mattina alle 8,30 gli esami di maturità – i secondi dell’era  Covid – anche per i 10.926 studenti abruzzesi. Un’unica prova orale della durata di circa un’ora che comprende la discussione dell'elaborato sulle discipline di indirizzo, di un brano di letteratura italiana, l'analisi di materiali e l'esposizione dell'esperienza svolta nei Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento.

Anche quest’anno, come lo scorso, le commissioni sono presiedute da un presidente esterno all’istituzione scolastica e sono composte da sei commissari interni: in Abruzzo le commissioni d’esame sono 279 ed è stato ammesso alla maturità il 96,10% dei candidati.

“Anche in quest’anno così difficile siamo arrivati al momento dell’Esame - ha sottolineato il ministro Patrizio Bianchi in un video di saluto alle maturande e ai maturandi sui suoi canali social -. È un momento importante, perché è un momento di passaggio. È il momento in cui farete l’esame, ma dovete anche fare un esame a voi stessi, per capire cosa avete imparato, cosa avete fatto, ma anche come vi siete trasformati, come siete cambiati in questi cinque anni”.
 
L’esame, ha proseguito il ministro, “fatelo con tutta l’attenzione che richiede un momento di così grande rilievo nella vita. Ma fatelo anche con la gioia di andare in una nuova fase. Fatelo facendo un sorriso a tutti i vostri compagni, ai vostri insegnanti e pensando che comincia veramente una nuova pagina. Forza ragazze, forza ragazzi!”.

Anche il direttore generale dell’ufficio scolastico regionale, Antonella Tozza, ha diffuso un messaggio agli studenti abruzzesi che sono alle prese con l'esame

Care Studentesse e Cari Studenti,

anche per questo anno scolastico Vi accingete a svolgere le prove della Maturità dopo un anno caratterizzato da un’altalena di didattica in presenza e DaD, tempestata da paure, ansia e speranza di normalità. Non mi unisco al coro di coloro che parlano di esame semplificato. Si è voluto, invece, individuare una modalità di esame adeguata alle difficoltà di quest’anno senza prove scritte, ma con una prova orale che possa dimostrare il raggiungimento della maturità cui siete chiamati. Nessuno ha voluto privarvi del vostro diritto di essere valutati, di dimostrare quanto valete e qual è stato il vostro percorso scolastico negli ultimi 5 anni. Dunque cari ragazzi affrontate la prova sicuri, forti dell’esperienza di questi mesi tra DaD e presenza, senza ansia, senza timore di quell’ultimo colloquio e del voto finale: sarà la vita ad interrogarvi, e a darvi un voto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via l'esame di maturità: quasi 11mila studenti abruzzesi alle prese con la prova orale

ChietiToday è in caricamento