menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Una storia per Emergency": è di Roberta Palmieri la sceneggiatura più bella

La giovane teatina, laureata al Dams di Bologna, ha vinto il concorso per sceneggiature sui temi della pace. In giuria anche l'attrice Jasmine Trinca. Il cortometraggio verrà realizzato con Rai Cinema

Viaggia sull’importanza di tenere vivi i sogni la sceneggiatura "Capitan Didier" con la quale Roberta Palmieri di Chieti ha conquistato la giuria di 'Una storia per Emergency': il bando per sceneggiature di cortometraggi sui temi della pace, dell'accoglienza e della solidarietà dedicato ai giovani tra i 16 e i 25 anni. 

Laureata al Dams di Bologna, con una grande passione per il cinema, Roberta ha vissuto in pianta stabile a Chieti fino ai 19 anni, per poi trasferirsi in Emilia Romagna a studiare. Suo il premio in denaro in palio in questa seconda edizione del bando e soprattutto la realizzazione della storia raccontata in un cortometraggio che verrà prodotto da Groenlandia con la collaborazione di Emergency e di Rai Cinema.

“Racconto di un'emergenza del tutto reale - commenta la giovane sceneggiatrice - quella di far restare vivi i sogni. I medici di Emergency sanno che curarsi degli altri non vuol dire soltanto far sì che stiano meglio fisicamente, ma anche proteggere le loro menti e quindi la loro immaginazione. È quello che banalmente ho imparato io fin da piccola. quando giravo i film con la mia matta famiglia, ed è il motivo per cui ancora oggi amo scrivere delle storie e realizzarle insieme ai miei compagni di viaggio dell'associazione Theater 7/2”

"Capitan Didier" è la storia di un bambino di origine sub sahariana con il sogno di costruire una barca tutta sua, fatta di cartoni di pizza. Suo padre Amir, rider presso la pizzeria del signor Franco, porta ogni sera a casa una pizza per aggiungere un pezzo al suo capolavoro. Ma una notte, durante le ore di servizio di Amir, una tempesta d’acqua distrugge la barca di cartone di Didier.

La giuria - composta da Jasmine Trinca (attrice), Laura Delli Colli (Sngci, Festa del Cinema di Roma), Carlo Brancaleoni (Rai Cinema), Costanza Quatriglio (regista), Matteo Rovere (Groenlandia), Alessandra De Luca (giornalista, Avvenire) e Michela Greco (Emergency) - ha scelto la sceneggiatura di Roberta  

"per la capacità di raccontare con un linguaggio cinematografico forte ed evocativo un aspetto intimo del rapporto tra popoli diversi. Utilizzando un preciso simbolismo, la sceneggiatura di Capitan Didier non risparmia riferimenti chiari ai rischi che corre chi va in cerca di un destino migliore, facendo riecheggiare una realtà concreta e al tempo stesso fiabesca con la capacità del piccolo Didier di catapultarsi nel mondo che sogna. La sceneggiatura sottolinea inoltre la potenza senza tempo del rapporto tra padri e figli, facendo sì che il messaggio di solidarietà risulti ancora più caldo".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Attualità

“Mio padre chiamato per il vaccino un mese dopo il decesso”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento