rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Attualità

Ecosistema urbano 2023: Chieti guadagna 30 posizioni ed è il primo capoluogo d'Abruzzo nell'indagine di Legambiente

Il report, pubblicato su Il Sole 24 ore, certifica lo stato di salute dei capoluoghi di provincia, in base alle performance ambientali

Chieti diventa il primo capoluogo d’Abruzzo nella classifica dei territori di Ecosistema Urbano 2023, l’indagine di Legambiente sullo stato di salute dei capoluoghi di provincia italiana pubblicata sul Sole 24 Ore e giunta alla trentesima edizione.

Oggi, a Roma, la presentazione del report sulle performance ambientali di 105 Comuni capoluogo che quest’anno vede Chieti, collocatasi al 51esimo posto della classifica nazionale, guadagnare 30 posizioni rispetto all'anno passato e collocarsi al primo posto di quella abruzzese, seguita da Teramo (57esimo posto, -18 posizioni), Pescara (75esimo posto, ma in crescita di 11 posizioni) e L’Aquila all’85esimo posto (-7 posizioni).

La classifica

“Si tratta di un traguardo importante e gradito, segno del buon lavoro svolto sull’Ambiente e sulla sostenibilità, che è una delle nostre priorità – commenta il sindaco Diego Ferrara - Siamo stati fra i primi Comuni in Italia ad arricchire la delega all’Ambiente con quella alla Transizione ecologica, tema che stiamo applicando concretamente al territorio sia con i tanti progetti del Pnrr che ci sono stati approvati e ci consentiranno una rigenerazione urbana inedita e al passo con materiali, risparmio energetico e tutela ambientale, sia pure sulla tutela, intesa anche dal punto di vista del monitoraggio del fenomeno del dissesto idrogeologico, ma anche attraverso gesti compiuti in sinergia con altri enti del territorio”.

“C’è un cammino, su cui procederemo a passo sempre più deciso, il salto avanti di Chieti è rilevante e gratificante per chi amministra, un’evoluzione agevolata da un’azione sempre più decisa da parte dell’amministrazione verso la sostenibilità – è il commento dell’assessore all’Ambiente e alla Transizione ecologica Chiara Zappalorto, oggi a Roma per la presentazione dell’indagine - Sono particolarmente orgogliosa di questa performance, che nasce nel pieno del mandato di questa amministrazione e di cui possiamo rivendicare un merito che è condiviso con la città. Grazie alla collaborazione dei cittadini, infatti, i nostri livelli di raccolta differenziata sono sempre in costante crescita; continuo è il potenziamento dei punti di raccolta con l’incremento di isole ecologiche; abbiamo aperto un percorso di cittadinanza attiva per la manutenzione e tutela del verde pubblico, rendendo possibili le sponsorizzazioni; stiamo promuovendo un modello di sviluppo moderno e consapevole, aprendo la strada a opere moderne e al passo coi tempi che tuteleranno l’ambiente, facendolo crescere; abbiamo contribuito a fondare il primo distretto biologico della provincia di Chieti che ci aiuterà a tutelare il km zero e la genuinità dei prodotti della terra che è la nostra forza. Con il progetto Plastic free, che è divenuto anche un premio che Chieti è riuscita ad aggiudicarsi grazie all’impegno dell’assessorato all’Ambiente sulla sostenibilità, abbiamo avviato anche una promozione senza precedenti verso i giovani di stili di vita migliori e più sostenibili”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecosistema urbano 2023: Chieti guadagna 30 posizioni ed è il primo capoluogo d'Abruzzo nell'indagine di Legambiente

ChietiToday è in caricamento