menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"L'Abruzzo ha retto bene, ma conviveremo con il Covid 19 per almeno un anno e mezzo"

Le parole del direttore del dipartimento Salute regionale D'Amario alla commissione Sanità. Per giugno, però, si dovrebbe tornare alla "normalità"

"Per giugno torneremo alla normalità, anche se il Covid 19 non scomparirà del tutto e dovremo conviverci per almeno un anno e mezzo". Sono le parole del direttore del dipartimento Salute regionale e membro della task force nazionale, Claudio D'Amario, alla commissione Sanità. 

"Spero - ha aggiunto - che siano i farmaci la cura per il Covid e non necessariamente il vaccino che ha tempi lunghi di produzione e soprattutto di somministrazione". Insomma, come già chiarito dagli esperti, dovremo imparare a convivere con il Coronavirus, adottando le precauzioni per evitare un'ulteriore diffusione del contagio. 

"In Abruzzo - ha aggiunto - dobbiamo realizzare una rete per l'assistenza Covid che forse ricalcherà la rete dei dispensari realizzata nel dopoguerra per le malattie tubercolari. Tra il settore più a rischio per la salute e la ripartenza c'è quello dei trasporti. Siamo aiutati dalle chiusure delle scuole ma la mobilità rappresenta il vero rischio per la nostra Regione".

Secondo D'Amario, "il sud ed anche l'Abruzzo hanno retto bene" e "le grosse concentrazioni di malati si sono registrate nelle città metropolitane: questo spiega perché l'area metropolitana di Pescara sia più colpita". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Attualità

“Mio padre chiamato per il vaccino un mese dopo il decesso”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento