menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Mio padre è morto non in un ospedale freddo e distaccato, ma in una famiglia": donazione in ricordo di Arnaldo Sciocchetti

Tempo di solidarietà all'ospedale San Pio di Vasto: la famiglia e gli amici di Arnaldo Sciocchetti, in occasione dell'anniversario della sua scomparsa, hanno voluto rendere omaggio al reparto di Malattie infettive

In tempi difficili, che mettono sotto pressione l'ospedale e le Malattie infettive in particolare, arriva il gesto di solidarietà per l'ospedale di Vasto.

La famiglia e gli amici di Arnaldo Sciocchetti, in occasione dell'anniversario della sua scomparsa, hanno voluto rendere omaggio al reparto che lo aveva accolto e assistito durante una grave malattia.

Le offerte raccolte in memoria dello scomparso sono state destinate all'acquisto di un carrello, nel rispetto delle caratteristiche tecniche fornite dalla stessa équipe che presta assistenza a tanti malati. 

"Mi perdonerà la dottoressa Sciotti, refrattaria ai complimenti, ma è doveroso per lei e tutta l'équipe medica e infermieristica nella quale ho riscontrato professionalità, competenza, passione e umanità inconsuete. Mio padre è morto non in un ospedale freddo e distaccato, ma in una famiglia, dove vigono rigore, regole, chiarezza nelle informazioni e dedizione, che si accompagnano con raro equilibrio a un grande cuore. Spero che con l'aiuto di cittadini e istituzioni possa diventare un'autentica eccellenza. Ringrazio tutti per il lavoro svolto in prima linea in un momento così delicato e drammatico della nostra storia" 

sono le parole di gratitudine espresse nella lettera di proposta di donazione scritta dalla figlia del signor Arnaldo, Antonella Sciocchetti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento