Attualità

ll docufilm Serendip dei teatini Di Leonardo e Mariani approda su Netflix: “Abbiamo realizzato un sogno”

In programmazione sulla piattaforma cinematografica da oggi, 30 settembre

Serendip, il docufilm dei corrieri solidali di Take me back, da oggi è su  Netflix. Il film, girato dal regista Marco Napoli,  prodotto dai due teatini Antonio Di Leonardo e Andrea Mariani, che ne sono anche i protagonisti, e tratto dai diari di viaggio di Antonio Di Leonardo, In programmazione sulla piattaforma cinematografica  da oggi, 30 settembre.

“Abbiamo realizzato un sogno”, commentano il regista e Andrea e Antonio che nel 2017 decisero di raccontare il loro viaggio della solidarietà in Sri Lanka con delle immagini video che facessero percepire la ricchezza di quanto vissuto in quella terra. Il materiale raccolto diventò una pellicola, Serendip, che ad oggi ha partecipato a numerosi festival cinematografici internazionali con importanti risultati.

"Serendip è stato da subito una fantasia – spiega il regista Marco Napoli -  un mio ostinato e sconsiderato desiderio di interpretare secondo il mio personale gusto cinematografico un’iniziativa così forte nel messaggio e nella forma come Take me back. Ho seguito il viaggio, ho girato gelosamente tutto quello che mi aveva affascinato in quei luoghi partecipando da osservatore silenzioso alla missione”.

“La gestazione di un'opera creativa – aggiunge -  è sempre pari alla nascita di una parte di te, hai bisogno di mostrarla al mondo ma allo stesso tempo hai paura che non sia accolta come ti sei augurato. Ho raccontato la storia di quel viaggio secondo i miei occhi ed è stato nobilitante raccogliere la mia emozione anche in quella di molti altri."

Il viaggio solidale raccontato in Serendip – che è l’antico nome dello Sri Lanka – aveva come obiettivo la donazione di materiale scolastico, zaini e vestiti a circa duecento bambini e rientrava in uno dei progetti di Take me back, la Onlus che ha costruito una rete di corrieri solidali in tutto il mondo che affrontano e realizzano missioni umanitarie dedicate alle persone in difficoltà.

Andrea ed Antonio, che vestono i panni dei protagonisti, con l'aiuto del regista Marco Napoli che li ha seguiti passo dopo passo, narrano la loro originale concezione di viaggio. Un itinerario che si immerge nei luoghi visitati, nelle bellezze naturalistiche ma soprattutto nella vita quotidiana della gente. Dialogando con gli abitanti del posto, assaporando i gusti dei piatti locali e percependone il modo di vivere, i valori, le tradizioni e i sentimenti.

“È stata un’esperienza che ci ha cambiati per sempre ed è bellissimo condividere tanta ricchezza con il pubblico che sceglie di guardare il docufilm”, dice Andrea Mariani. “Un grazie enorme va sicuramente a tutti coloro che hanno sempre creduto e sostenuto Serendip e Take me back in qualsiasi modo possibile – conclude Antonio Di Leonardo -. Questo traguardo è anche il vostro”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ll docufilm Serendip dei teatini Di Leonardo e Mariani approda su Netflix: “Abbiamo realizzato un sogno”

ChietiToday è in caricamento