rotate-mobile
Attualità

Docenti e personale con "Contratto Covid" ora rischiano di tornare a casa, la Cgil: "Intervenire sulla scuola"

Per la provincia di Chieti,  sono oltre 600 i i docenti e gli Ata interessati

"Per la provincia di Chieti, sono oltre 600 i i docenti e gli Ata che hanno stipulato contratti cosiddetti Covid e che rischiano di tornare a casa se non si interviene rapidamente. Bisogna dare certezza a questi lavoratori".

A lanciare l'allarme è la Flc Cgil che fa sapere come in un incontro al ministero dell’Istruzione dello scorso 3 marzo siano state definite le linee di intervento per continuare ad affrontare la pandemia.

"Anche in seguito alla mobilitazione sindacale, la copertura finanziaria prevista dalla legge di bilancio 2023 ha consentito di prorogare i contratti Covid fino al 31 marzo. C’è bisogno ora di reperire  altri 200 milioni per consentire a 55mila docenti e Ata di avere un contratto fino al termine delle lezioni. Il ministero si è impegnato a reperire le risorse per consentire la proroga di questi contratti. Un impegno da sempre sollecitato dalla Flc Cgil"

Sull’organico Covid fa sapere di aver "insistito nel chiedere la conversione di queste risorse in posti di organico aggiuntivo docente e Ata, come misura che va oltre la pandemia. È stato infine assicurato che continuerà la fornitura alle scuole delle mascherine chirurgiche, tramite la struttura commissariale del generale Figliuolo, mentre per le Fffp2 sono state attivate due linee di approvvigionamento. Pertanto, a breve arriverà una nuova nota alle scuole per proseguire con questa procedura acquisto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Docenti e personale con "Contratto Covid" ora rischiano di tornare a casa, la Cgil: "Intervenire sulla scuola"

ChietiToday è in caricamento