rotate-mobile
Attualità

I botti sono vietati ma si spara lo stesso, la rabbia del sindaco Ferrara: "Vergognoso, folle, plateale e protervia violazione di legge"

Il primo cittadino di Chieti striglia i trasgressori al divieto in vigore a Chieti dal 2013, che non ha fermato i festeggiamenti rumorosi anche ieri notte

Ribadirlo a più riprese fino a ieri non è bastato, benché il divieto di botti e fuochi d'artificio sia in vigore addirittura dal 2013. In diverse zone della città di Chieti in tanti hanno deciso di salutare il 2022 con giochi pirici rumorosi. 

E il sindaco Diego Ferrara, pur con il suo consueto aplomb, ha deciso di strigliare i suoi concittadini con il primo post pubblicato su Facebook nel 2022, un'ora dopo la mezzanotte. 

"Mi dispiace dover scrivere questa nota a pochi minuti dall'inizio del nuovo anno - ha scritto - ma quello che è accaduto in città, pochi minuti fa, è semplicemente vergognoso. Nonostante l'emanazione dell'ordinanza, a nome mio e dell'assessore alla tutela del mondo animale Fabio Stella, che vietava l'uso di petardi e botti durante i festeggiamenti del capodanno, ho assistito basito ad una folle, plateale e protervia contravvenzione di una norma di legge".

"Ricordo, a chi l'avesse dimenticato - ha incalzato - che ho riconfermato per 2 anni consecutivi un regolamento approvato nel 2014 dall'amministrazione del mio predecessore avvocato Di Primio, riconosciuto allora come il primo e capofila dei Comuni d'Italia e promosso dal consigliere comunale Marco Di Paolo. Condanno fermamente il comportamento di quei cittadini, ahimè non pochi questa notte, che si sono colpevolmente abbandonati a manifestazioni esecrabili di fuochi d'artificio che hanno sicuramente terrorizzato gli animali sparsi sul territorio e che hanno, spero non impunemente, violato una norma di legge che il Comune di Chieti ha stabilito da 7 anni e non da ieri!!!".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I botti sono vietati ma si spara lo stesso, la rabbia del sindaco Ferrara: "Vergognoso, folle, plateale e protervia violazione di legge"

ChietiToday è in caricamento