Attualità

Divieto di accesso in residenze sanitarie a parenti e conoscenti: nuova ordinanza regionale

Il presidente della Regione Marsilio ha firmato un'ordinanza che vieta da subito gli ingressi in queste strutture, salvo casi eccezionali

Nuova ordinanza del presidente della Regione Marco Marsilio per la prevenzione e gestione dell’emergenza Coronavirus in Abruzzo.

Il governatore ha infatti disposto, con decorrenza immediata e validità fino a diverso provvedimento, il divieto di accesso di familiari e conoscenti alle strutture residenziali socio-sanitarie e socio assistenziali pubbliche, private e convenzionate operanti nella Regione Abruzzo.

Nell’ordinanza, entrata in vigore da oggi, si specifica che "le visite di familiari e conoscenti possono essere autorizzate in casi eccezionali (ad esempio situazioni di fine vita) dalla Direzione della struttura, previa appropriata valutazione del rapporto rischi/benefici. In questo caso le persone autorizzate dovranno comunque essere in numero limitato e osservare tutte le precauzioni raccomandate" ma "resta assolutamente necessario impedire l’accesso a persone che presentino sintomi di infezione respiratoria acuta, anche di lieve entità, o che abbiano avuto un contatto stretto con casi di Covid-19 sospetti o confermati negli ultimi 14 giorni".

L’ordinanza numero 91 del 14 ottobre si rivolge alle strutture socio-sanitarie e socio assistenziali per la promozione di relazioni a distanza tra ospiti e familiari mediante sistemi di video chiamata o di comunicazione a distanza, con frequenza almeno bisettimanale.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Divieto di accesso in residenze sanitarie a parenti e conoscenti: nuova ordinanza regionale

ChietiToday è in caricamento