rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Attualità Casacanditella

Il Comune di Casacanditella dichiara il dissesto finanziario, disavanzo di 2,7 milioni di euro

Il sindaco Alessandro Monaco: “Hanno ipotecato il futuro di un comune”

Il Comune di Casacanditella dichiara il dissesto finanziario con 2,7 milioni di euro di disavanzo.
Con 7 voti favorevoli e 3 astenuti, il consiglio comunale ha deliberato lo stato di dissesto finanziario, chiudendo il rendiconto con un passivo di 2,7 milioni di euro.

L’approvazione arriva dopo una serie di deferimenti della Corte dei Conti, che già dal 4 agosto 2021, con la delibera numero 300, aveva accertato criticità riconducibili agli “squilibri economico-finanziari” e alla “violazione di norme finalizzate a garantire la regolarità della gestione finanziaria” enunciati nell’articolo 148-bis del Tuel (testo unico enti locali).

Come disposto dall’articolo, il Comune avrebbe dovuto adottare “i provvedimenti idonei a rimuovere le irregolarità e a ripristinare gli equilibri di bilancio” e trasmetterli alla Corte entro trenta giorni dalla comunicazione. Il 19 ottobre 2021, in seguito all’insediamento della nuova amministrazione la Corte torna a chiedere conto della mancata comunicazione delle misure correttive.
«Sin dal primo giorno la nuova amministrazione comunale si è messa a disposizione cercando di instaurare un rapporto collaborativo con la Corte e di reperire tutti gli atti necessari a chiarire la situazione amministrativa e finanziaria dell’ente», dice il sindaco Alessandro Monaco, che poi aggiunge: «Devo ammettere che proprio il reperimento degli atti è stato il compito più arduo a cui questa amministrazione è stata chiamata, poiché tali atti non venivano prodotti o venivano smarriti. Per ricostruire una situazione realistica ci sono voluti dieci mesi e il quadro che oggi abbiamo davanti è sconcertante: un indebitamento di oltre 4 milioni, un disavanzo di 2,7 milioni, una distrazione di un’anticipazione di liquidità da oltre 2 milioni e bilanci gonfiati con entrate inattendibili che sono servite solo a nascondere sotto al tappeto tutta la polvere di anni di malagestione, che hanno ipotecato il futuro delle giovani generazioni di Casacanditella. Il risultato non poteva che essere la dichiarazione di dissesto».

Come fanno sapere dall'amministrazione comunale «la dichiarazione, tuttavia, non avrà gravi ripercussioni per i cittadini. Le aliquote dei tributi comunali, già portate al massimo nei precedenti anni, vedranno solamente il ritocco di un punto millesimale di una delle voci dell’Imu. Il Comune, inoltre, era già indebitato oltre i limiti massimi stabiliti dalla legge e infine, non avendo dipendenti, non ci saranno esuberi per l’ente». «Quello di oggi è il primo passo di una lunga opera di risanamento che ci vedrà impegnati per restituire un futuro alle prossime generazioni di Casacanditella», conclude Monaco.

alessandro monaco sindaco di casacanditella-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune di Casacanditella dichiara il dissesto finanziario, disavanzo di 2,7 milioni di euro

ChietiToday è in caricamento