Dipendente positivo alle poste centrali, uffici aperti dopo la sanificazione

Non avrebbe avuto contatti significativi. E intanto la Cisl chiede il vaccino antinfluenzale gratuito anche per i lavoratori delle Poste "in prima linea durante il lockdown"

Poste centrali sanificate a Chieti dopo che un dipendente è risultato positivo al Covid-19. L'impiegato, che era in malattia da lunedì scorso, nei giorni precedenti non avrebbe avuto contatti stretti con il resto del personale. Dopo le operazioni di sanificazione, gli uffici di via Spaventa hanno riaperto regolarmente questa mattina.

Intanto la Slp Cisl, tramite il segretario interregionale Antonio Giannattasio, ha richiesto che anche i dipendenti di Poste Italiane possano usufruire, in maniera volontaria, della vaccinazione antinfluenzale prevista per le categorie di lavoratori esposti al rischio contagio.

In una nota inviata al governatore regionale Marco Marsilio,il sindacato mette in evidenza che “i dipendenti postali sono quotidianamente contatto con una moltitudine di clientela d’ogni genere, costituendo un possibile veicolo involontario di diffusione del virus.
È appena il caso di rammentare – afferma Giannattasio - che, nei lunghi mesi di chiusura precauzionale, i dipendenti di Poste Italiane sono rimasti compatti in prima linea, costantemente impegnati a fornire alla popolazione i cosiddetti servizi indispensabili, e non solo quelli. Ma sono stati davvero rarissimi i segni di gratitudine attribuiti alla categoria”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • VIDEO-In Italia per girare lo spot della pasta De Cecco, multato per assembramenti l'attore Can Yaman

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

Torna su
ChietiToday è in caricamento