rotate-mobile
Attualità

Manca l'acqua senza preavviso, diffida collettiva all'autorità dell'energia: l'Aca avvisò il Comune con una mail

Più di 60 cittadini hanno sottoscritto l'iniziativa del consigliere comunale di Chieti Viva, che ha presentato anche un'interrogazione al sindaco Ferrara

È stata sottoscritta da 62 cittadini di Chieti la diffida inviata dal consigliere comunale di Chieti Viva Giampiero Riccardo all'Arera (Autorità di regolazione per energia reti e ambiente), per denunciare quanto accaduto lo scorso 24 ottobre.

Quella domenica sera, l'acqua venne chiusa all'improvviso, senza preavviso; si scoprì poi che l'Aca aveva comunicato con una mail al Comune di quella chiusura, ma i cittadini non ne erano stati informati. 

"Difficile pensare - commenta Riccardo - che, nel 2021, ci sia un capoluogo che vive senza acqua nelle ore serali e notturne o addirittura di giorno come accade in molte zone dello Scalo. Eppure a Chieti, succede. Se cinque mesi di continue interruzioni idriche sono di per sé già difficili da accettare, non può invece essere tollerato che i rubinetti di tutta Chieti vengano lasciati a secco senza preavviso. Da amministratore ma ancor prima da cittadino non sono più disposto a subire in silenzio".

Così, è scattata la diffida, "sulla specifica violazione lamentata per la mancata comunicazione alla cittadinanza della chiusura idrica non programmata di domenica 24 ottobre, corredata dell'indicazione di elementi di prova". Grazie al tam tam sui social, la diffida è stata sottoscritta da 62 firme. 

"Cittadini esasperati - aggiunge il consigliere Riccardo - dal non poter nemmeno fare una doccia prima e dopo una giornata di lavoro ed esercenti che hanno investito credendo concretamente nelle potenzialità della nostra città, a cui va il mio ringraziamento. Sarà l’Arera a valutare se ritenere idonea la Pec con l’avviso inviata dal gestore Aca Spa al Comune di Chieti con 48 ore di preavviso e non letta dagli uffici competenti".

In più, il consigliere di minoranza ha presentato un'interrogazione a risposta scritta per avere spiegazioni dall'amministrazione Ferrara sulle ragioni che hanno portato a non informare i cittadini. In particolare, Riccardo chiede "perché una comunicazione di primaria importanza sia sfuggita alla visione del sindaco, della giunta e dei loro collaboratori".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manca l'acqua senza preavviso, diffida collettiva all'autorità dell'energia: l'Aca avvisò il Comune con una mail

ChietiToday è in caricamento