Attualità Buon Consiglio

Depuratore del Buonconsiglio, proseguono i controlli: gli odori si stanno attenuando

Sopralluogo dei tecnici con sindaco e assessore Zappalorto: “L’impianto funziona. I disagi forse derivano dal rallentamento degli stabilizzatori dei fanghi, i tecnici li tratteranno altrove”

Dopo aver scongiurato il malfunzionamento dell’impianto, questa mattina c’è stato un nuovo sopralluogo nel sito del depuratore del Buonconsiglio, dove nei giorni scorsi i cittadini avevano segnalato disagi a causa del cattivo odore proveniente dall’impianto.

I tecnici del Consorzio, con il sindaco di Chieti Diego Ferrara e l’assessore all’Ambiente e alla Transizione ecologica Chiara Zappalorto hanno ribadito che l’impianto è funzionante e che i disagi potrebbero derivare dal rallentamento degli stabilizzatori dei fanghi, dove nei giorni scorsi si è registrata un’affluenza maggiore di quella solita. 

“Questa situazione, unita al caldo, può aver dato sfogo al cattivo odore, che è quasi del tutto rientrato ed è percepibile solo sul posto, più che sul circondario. Affinché il disguido non si ripeta – riferiscono sindaco e  Zappalorto - i tecnici del Consorzio ci hanno assicurato che gli stabilizzatori verranno svuotati nei prossimi giorni e che i fanghi, oggi cauterizzati con uno strato di calce che impedisce all’odore di diffondersi, saranno prelevati e trattati nell’impianto di San Martino. Quella di Buonconsiglio è una struttura risalente agli anni ’70 a cui sarà data la massima attenzione, così come monitoreremo i sottoservizi cittadini, confrontandoci anche con l’Aca per capire cosa possa essere successo e che possibilità ci sono che il problema si ripresenti, chiederemo anche informazioni circa gli interventi in corso sul territorio cittadino, affinché vengano collettati gli scarichi, evitando così di oberare i fossi e di mantenere l’ambiente più tutelato”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Depuratore del Buonconsiglio, proseguono i controlli: gli odori si stanno attenuando

ChietiToday è in caricamento