Domenica, 24 Ottobre 2021
Attualità

De Matteo: numeri e informazioni sul Centro Antiviolenza di Chieti

In occasione della “Giornata mondiale contro la violenza sulle donne”, che sarà celebrata domani, 25 novembre 2011, l'assessore alle Politiche Sociali e alle Pari Opportunità Emilia De Matteo ha rilasciato la seguente dichiarazione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Rendere la “Giornata contro la violenza sulle donne” più di una ricorrenza è possibile se si mettono in atto le strategie giuste.

A tale proposito, l’Amministrazione Comunale del Sindaco Di Primio ha potenziato, come previsto dal Piano di Zona 2011-2013, gli interventi volti ad arginare il fenomeno dei maltrattamenti nei confronti delle donne aprendo uno Sportello Anti-violenza ubicato presso la sede dei Servizi Sociali in Viale Amendola, 53 e gestito in collaborazione con la Croce Rossa Italiana.

Tale concreta iniziativa rappresenta un innovativo servizio offerto per la prima volta alla cittadinanza con l’obiettivo di accogliere le donne vittime di violenze affinché non vengano lasciate sole dalle Istituzioni.

Lo Sportello Antiviolenza, curato dalla dott.ssa Irene Sborlini, psicologa della Croce Rossa Italiana, offrirà ascolto ed accoglienza, sostegno psicologico, consulenza amministrativa e legale, attività di informazione e di collaborazione con i Servizi Sociali del territorio.

Il servizio è attivo il martedì dalle ore 15.30 alle ore 18.30 e il venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00. fino al mese di febbraio 2012 mentre, dal mese di marzo rimarrà aperto nella sola giornata  del venerdì.

E’ stato inoltre attivato il numero verde 800320078.

La violenza sulle donne ha spesso ripercussioni sull’intero nucleo familiare rendendo vittime inconsapevoli anche i minori, costretti ad assistere agli episodi che vengono consumati a danno delle proprie madri.

Queste situazioni riguardano il 40% delle segnalazioni che giungono ai Servizi Sociali –Area Minori da parte dell’Autorità Giudiziaria.

In questi casi, l’Ufficio viene chiamato a prendere in carico l’intero nucleo familiare garantendo  un aiuto sia psicologico sia di sostegno alla donna maltrattata e ai minori con progetti personalizzati in rete con i servizi della Asl.

Sul territorio cittadino, oltre alle Associazioni di settore, opera il Centro Antiviolenza del Comitato Provinciale della Croce Rossa Italiana di Chieti, ubicato in Via Pietro Falco e attivo il lunedì e il mercoledì dalle ore 9 alle 12 e il giovedì dalle ore 16 alle 19.

Tale struttura, nelle annualità 2010/2011, ha registrato circa 200 richieste telefoniche di aiuto mentre sono state 30 le donne inserite in progetti personalizzati. Il 70% dell’utenza è costituita da donne con età dai 25 ai 45 anni.

Negli ultimi anni il Governo nazionale ha compiuto un grande sforzo mettendo in campo interventi legislativi e campagne di sensibilizzazione.

Dall'aprile 2009, è stato approvato in via definitiva il decreto legge anti-stupro che inasprisce le pene contro chi compie reati sessuali e introduce il reato di stalking o “atti persecutori” facendo dell’Italia una delle Nazioni più avanzate in materia di contrasto alla violenza.

La normativa in materia ha consentito l’emersione del fenomeno attraverso le numerose denunce presentate dalle donne nei confronti dei loro persecutori.  

E’ tuttavia importante proseguire e potenziare la sinergia tra le agenzie istituzionali che operano sul territorio per assicurare alle donne vittime di violenza il diritto al sostegno al fine di consentire loro di recuperare e rafforzare la propria autonomia, la propria integrità psicofisica, garantendo loro un’adeguata accoglienza, protezione, solidarietà e soccorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Matteo: numeri e informazioni sul Centro Antiviolenza di Chieti

ChietiToday è in caricamento