rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Attualità

Darwin Day 2024: alla scoperta dell’anfiosso al museo universitario

L’evento, organizzato da museo universitario e Wwf Chieti-Pescara, in collaborazione con la sezione Abruzzo e Molise della Societas Herpetologica Italica, è ormai alla sua undicesima edizione ed è diventato un appuntamento fisso e apprezzato di divulgazione scientifica, cui aderiscono diverse scuole del territorio

L’anfiosso è un minuscolo animaletto (un cordato) lungo tra i tre e i cinque centimetri, scoperto nel 1834 nel limo della baia di Posillipo. Sarà proprio lui il protagonista della nuova edizione del Darwin day 2024 in programma a Chieti venerdì 23 febbraio nell’auditorium del museo universitario (ingresso da viale IV novembre).

L’evento, organizzato da museo universitario e Wwf Chieti-Pescara, in collaborazione con la sezione Abruzzo e Molise della Societas Herpetologica Italica, è ormai alla sua undicesima edizione ed è diventato un appuntamento fisso e apprezzato di divulgazione scientifica, cui aderiscono diverse scuole del territorio. Quest’anno sarà il liceo classico “G.B. Vico” di Chieti a partecipare con alcune classi.

L’ingresso è libero per tutti sino a esaurimento posti.

Sul tema “Anfiosso: la lunga storia della più rilevante scoperta sull’origine dei cordati” si confronteranno Luigi Capasso, direttore del museo universitario di Chieti, e Maria Carmela Del Re, direttore tecnico del museo di Paleontologia dell’Università “Federico II” di Napoli. I due studiosi ripercorreranno le principali tappe attraverso le quali è avvenuta la conoscenza dell’Anfiosso (Branchiostoma lanceolatum) e le controversie scientifiche, anche internazionali, innescate dalla scoperta, con una netta contrapposizione tra la scuola zoologica napoletana e quella inglese. La posizione tassonomica e il significato evoluzionistico dell’Anfiosso furono oggetto di vivaci ricerche che si svilupparono in maniera quasi concorrenziale fra Francia, Germania, Inghilterra, Russia e Italia. Una storia lunga e appassionante, al centro anche di una mostra, curata insieme da Del Re e Capasso sulla base di reperti in gran parte custoditi nei rispettivi musei, che sarà inaugurata proprio in occasione del Darwin day.

La presidente del Wwf Chieti-Pescara Nicoletta Di Francesco introdurrà i lavori, con cenni sulla figura di Darwin: «Siamo un po’ in ritardo rispetto al “compleanno” di Charles Darwin (nato il 12 febbraio 1809), ma quello che proporremo sarà un evento di grande interesse scientifico e per giunta contemporaneo all’inaugurazione di una mostra che “racconta” della scoperta e della querelle tra studiosi di varie parti d’Europa cui ha dato vita. Va sottolineato che l’Anfiosso, pur essendo un animaletto minuscolo che vive nel limo, difficile da osservare, ha rappresentato per gli studiosi una fondamentale fonte di informazioni sull’evoluzione della vita sulla Terra, confermando in pieno gli studi di Darwin».

Locandina DARWIN DAY 2024 light

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Darwin Day 2024: alla scoperta dell’anfiosso al museo universitario

ChietiToday è in caricamento