menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidente Strever

Il presidente Strever

Dalla Camera di commercio un contributo per 20 posti di Terapia sub intensiva ad Atessa

Lo ha deciso la giunta camerale riunitasi ieri in videoconferenza. Pochi giorni fa era già stato stanziato un contributo di 5 milioni per la ripresa economica del territorio

La Camera di commercio di Chieti-Pescara ha stanziato un contributo di 200 mila euro per le strutture ospedaliere di Atessa e Penne (Pescara), che si aggiunge a quello di 5 milioni di euro, deliberato una settimana fa per interventi mirati alla ripresa economica del territorio.

La decisione è arrivata nella riunione della giunta camerale che si è tenuta ieri pomeriggio in videoconferenza. In particolare, è stato stabilito di contribuire alla creazione di nuovi posti letto nelle due strutture ospedaliere, rispondendo agli accorati appelli delle Asl di Chieti e Pescara.

In particolare, i soldi serviranno ad attivare, nell'arco di tre settimane, 20 posti di Terapia sub intensiva nei locali occupati in precedenza dai reparti di Ginecologia e Riabilitazione dell’ospedale di Atessa e la realizzazione, in 15 giorni, di 30 posti letto Covid, a bassa intensità di cura, nel reparto di Medicina dell'ospedale di Penne.

“Stiamo continuando a lavorare giorno e notte per contrastare questa emergenza - commenta il presidente Gennaro Strever - Di fronte a un vacillamento del sistema sanitario nazionale e regionale è giusto che il pubblico, laddove può, intervenga subito e con risorse economiche ed organizzative concrete. Grazie a una gestione corretta del nostro bilancio e a un’amministrazione capace, abbiamo la possibilità di avere a disposizione somme ingenti per poter agire con tempestività laddove c’è più bisogno”.

Se per i 5 milioni di euro saranno utilizzati più del 20% degli avanzi patrimonializzati, per le 200 mila euro si farà riferimento a somme inizialmente stanziate per progetti promozionali che verranno reintegrate in sede di aggiornamento del bilancio nel mese di luglio.

E mentre i vertici deliberano scelte che stanno a cuore a tutta la popolazione, gli uffici camerali stanno continuando a lavorare, soprattutto in smart working, per offrire piena assistenza alle imprese dopo l’emanazione del decreto Cura Italia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento