Nuovo crollo all'ospedale di Vasto, cede il controsoffitto

L'episodio questa mattina, a causa di una perdita dell'impianto idrico, in un locale della Farmacia del San Pio

Nuovo crollo all'ospedale di Vasto nel giro di meno di due mesi. Questa mattina, a causa di una perdita dell'impianto idrico, in un locale della Farmacia del San Pio si è verificato un distacco di alcuni pannelli del controsoffitto. Il fatto è accaduto nell'area degli uffici, e fortunatamente non si sono registrati danni alle persone e alle cose.

Si tratta di un episodio circoscritto a un diametro limitato che non interessa il solaio e che, secondo i primi rilievi eseguiti dai tecnici che si sono recati sul posto, non è da assimilare a quanto accaduto in Chirurgia.

Il distacco di questa mattina, localizzato nel padiglione 3, ha natura completamente diversa e non ha alcun elemento in comune con l'episodio precedente. 

Al momento, i tecnici sono al lavoro per verificare l'intera rete idrica nel padiglione interessato, dove non c'è stata interruzione nell'erogazione dell'acqua; allo stesso modo prosegue regolarmente l'attività della Farmacia. 

La perdita si è prodotta a causa del deterioramento della tubazione, che mostra il segno degli anni, visto che il presidio è stato costruito negli anni Cinquanta.

Sul crollo interviene il presidente della commissione regionale Sanità, Mario Quaglieri, che in settimana farà un sopralluogo: "È il momento - dice - di fare la massima chiarezza, e in quest’ottica chiederò agli uffici tecnici della Asl una dettagliata relazione riguardante gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, sugli investimenti e i lavori eseguiti negli ultimi anni nell’ospedale vastese".

"L'ospedale di Vasto - accusa il consigliere regonale - presidio importantissimo per la nostra regione, è stato lasciato privo di investimenti e mandato in rovina. I disagi di oggi sono, evidentemente, solo frutto dell’incuria. L’attuale governo regionale è impegnato ad invertire la tendenza, e con i fatti, avendo già finanziato la somma di 900 mila euro per la messa in sicurezza dei solai danneggiati nel mese di maggio. La cattiva gestione della anità dei precedenti governi regionali è sotto gli occhi di tutti - incalza -  anni di chiacchiere, di promesse e di annunci, ma nulla di concreto a tutto danno dei nostri concittadini che – conclude – hanno diritto di sapere di chi siano le responsabilità di questa vergognosa situazione che rischia di creare non pochi problemi al funzionamento dell’intero ospedale di Vasto”.

200718 - ospedale Vasto 02-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • Nuove assunzioni alla De Cecco dal 2021: ecco il piano industriale

  • L'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Abruzzo in zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto ma si prova ad anticipare

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

Torna su
ChietiToday è in caricamento