Attualità

Covid-19, la “d’Annunzio” pronta a vaccinare trentamila persone

La campagna vaccinale promossa dal rettore include tutta la comunità universitaria. Martedì prossimo toccherà a docenti, tirocinanti, dottorandi, borsisti e assegnisti dell’Ateneo che operano nelle strutture sanitarie

L’Ateneo “d’Annunzio” è pronto a vaccinare contro il Covid tutta la comunità universitaria. L’università, su  input del rettore Sergio Caputi ha chiesto e sta ottenendo dalla Asl 02 di Chieti le dosi vaccinali necessarie per poter arrivare a coprire il prima possibile tutte le persone che operano all’università.

Si parte martedì prossimo con docenti, tirocinanti, dottorandi, borsisti e assegnisti dell’Ateneo che operano nelle strutture sanitarie  Ritenuti i più esposti al contagio in quanto rappresentano la parte della “d’Annunzio” che opera in prima linea nelle sedi dove vengono erogate prestazioni sanitarie sul territorio. La somministrazione dei vaccini avverrà presso la Clinica odontoiatrica della “d’Annunzio”, nel Campus di Chieti, martedì 2, mercoledì 3 e giovedì 4 marzo prossimi, dalle ore 9 alle ore 17. 

“La d’Annunzio - spiega il rettore Sergio Caputi - è stata da subito in prima linea nella battaglia contro la pandemia, mettendo a diposizione laboratori di eccellenza, il proprio personale e, quindi, anche le proprie risorse finanziarie. L’obiettivo primario, ora, è ovviamente quello di tutelare tutta la nostra grande famiglia che conta circa trentamila persone, che sono tutte parte attiva fondamentale del territorio regionale in termini sociali, culturali ed economici. Continuerò a stimolare le autorità sanitarie - assicura il rettore - affinché ci vengano consegnate tempestivamente le dosi di vaccino necessarie a coprire tutta la nostra comunità universitaria”.

Data la priorità a chi opera in strutture sanitarie, i vaccini verranno somministrati anche ai docenti ed al personale tecnico-amministrativo non impegnati nelle sedi sanitarie, per i quali è già stata aperta la possibilità di prenotazione. Si procederà poi alla vaccinazione completa dell’intera comunità universitaria, andando di pari passo con la fornitura delle dosi richieste. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19, la “d’Annunzio” pronta a vaccinare trentamila persone

ChietiToday è in caricamento