Attualità

Corso Marrucino invaso dai bambini per l’estemporanea di pittura, polemiche dei genitori: “Ma è stata una festa di rinascita”

La coordinatrice del Ccr: "Mai ci saremmo potuti aspettare una risposta così massiva: ci ha colto del tutto impreparati". I partecipanti dovevano esprimere, attraverso i propri lavori su carta, le emozioni provate durante la pandemia

Una presenza massiccia, inaspettata, corso Marrucino ieri si è riempito di bambini e ragazzi, tutti insieme, accompagnati dai genitori, per partecipare all’estemporanea di pittura ‘Io e il Covid’, curata dal Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze con il Comune di Chieti.

“È stata la quarta edizione di questa manifestazione organizzata dal Ccr, ma mai ci saremmo potuti aspettare una risposta così massiva che ci ha colto del tutto impreparati – commenta oggi la coordinatrice Carmela Caiani - . Corso Marrucino alle 15 di un sabato pomeriggio si è riempito di un folla di bambini e genitori che, attrezzati di sedie, tavolini, tappeti, cartoni, hanno occupato i portici e piazza Vico, per dipingere insieme e scacciare con questa festa l’incubo del Covid”. 

Hanno partecipato 270 ragazzi suddivisi per fascia di età: 1° fascia (nati nel 2013-2014-2015) la più numerosa con 137 bambini; 2° fascia (nati nel 2010-2011-2012) con 116, la 3° fascia (nati nel 2007-2008-2009) con 17 partecipanti.

La giuria, composta dalle pittrici Rosa Lisanti, Laura Di Lello, Stefania Di Carlo, e da 7 consiglieri Offer Daniel, Desiderio Claudia, Maccione Claudia, Giannini Chiara, Cola Giulio, Di Nisio Irene, Pasqualone Janè, ha avuto il difficile compito di visionare in poco tempo tutte le opere e di sceglierne una per ogni fascia da premiare. Hanno prevalso le immagini che maggiormente restituivano a colpo d’occhio gli stati d’animo vissuti durante la pandemia.

Sono risultati vincitori per la 1° fascia Francesco Ventura della classe 2° A della scuola Cesarii; per la 2° fascia Lorenzo Serraiocco della classe 5° di Selvaiezzi; per la 3° fascia Francesco Di Zio della 2° E Antonelli. A premiarli l’assessore alla Pubblica Istruzione Teresa Giammarino.

“I consiglieri addetti al servizio d’ordine – commenta ancora Caiani - sono stati sopraffatti da questa moltitudine di ragazzi, ma hanno svolto egregiamente il loro compito con serietà e professionalità, accompagnando i ragazzi nella zona a loro riservata, controllando che fossero mantenute le distanze, sistemando i dipinti affinché la giuria potesse valutarli. Il gran numero inaspettato di ragazzi  non ha consentito di dare a ciascuna opera il giusto valore, sarebbe stata necessaria un diversa organizzazione e questo probabilmente ha scontentato alcuni genitori, ma senza ombra di dubbio ieri in corso Marrucino si è svolta  una festa di rinascita e forse la pittura è stata solo un pretesto per ritrovarsi insieme”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso Marrucino invaso dai bambini per l’estemporanea di pittura, polemiche dei genitori: “Ma è stata una festa di rinascita”

ChietiToday è in caricamento