menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, in Abruzzo 5 casi e 70 tamponi eseguiti. Marsilio: "Nessun focolaio"

65 di questi sono risultati negativi. Il governatore Marsilio fa il punto e cerca di rassicurare la popolazione

Scuole aperte in Abruzzo, almeno fino a quando disposizione diversa non arriverà al Governo nazionale. Lo ha ribadito il presidente della Regione, Marco Marsilio, questa mattina aprendo il Consiglio regionale. Il governatore, che ha fatto il punto sulla situaizone coronavirus, ha voluto tranquillizzare famiglie e sindaci definendo "comprensibile" la loro preoccupazione, ma ricordando la vicenda delle Marche dove la decisione di chiusura del suo presidente di Regione ha determinato l'impugnazione da parte del Governo e la revoca della decisione presa.

Coronavirus: come si trasmette e come tutelarsi dal contagio

Cinque i casi accertati in Abruzzo, sebbene per due manchi ancora l'ufficializzazione dell'Istituto Superiore di Sanità. Sono tutti casi circoscritti ai familiari degli attuali contagiati e, in particolare, del primo caso riscontrato in Abruzzo, quello dell'uomo rientrato da Brugherio con tutta la famiglia a Roseto degli Abruzzi. Positivi sono infatti risultati lui, la moglie e uno dei figli con il terzo su cui si stanno appunto facendo accertamenti. 

Complessivamente nella nostra regione sono stati eseguiti 70 tamponi, con 65 esiti negativi ad oggi.

L'Abruzzo resta una "regione senza focolaio", come ha ripetuto Marsilio. Le persone rintracciate dall'indagine epidemiologica sono in quarantena.

Giovedì è previsto un incontro con i prefetti per fare il punto sull'emergenza coronavirus.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento