rotate-mobile
Attualità

Coronavirus, 653 segnalano il proprio rientro in Abruzzo per la Fase 2

A prevedere l'obbligo di tale comunicazione è l'ordinanza numero 54 che il presidente Marco Marsilio ha firmato nella serata di domenica scorsa

Fase 2 dell'emergenza Coronavirus, sono complessivamente 653 le pesone che hanno segnalato alla Regione Abruzzo il proprio rientro da altre regioni italiane ieri, lunedì 4 maggio.
A prevedere l'obbligo di tale comunicazione è l'ordinanza numero 54 che il presidente Marco Marsilio ha firmato nella serata di domenica scorsa.

I 653 corregionali che sono tornati in Abruzzo rientrano, nella maggioranza dei casi, dalle città del nord, come Bologna e Milano e altre, e dalla Capitale, Roma. 

Chi fa ritorno in Abruzzo deve segnalarlo in modalità telematica all’indirizzo: https://www.regione.abruzzo.it/content/come-segnalare-il-proprio-ingresso-abruzzo o al numero verde regionale 800 595 459 e inoltre, chi rientra nella nostra regione dovrà attenersi a quanto segue per 15 giorni:

  • al monitoraggio giornaliero della propria temperatura corporea e a comunicare tempestivamente al Siesp territorialmente competente la eventuale temperatura superiore a 37.5;
  • al mantenimento del distanziamento sociale di almeno un metro e dell’uso della mascherina e dell’igiene delle mani per la prevenzione della trasmissione di Sars-Cov2, anche nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico del territorio Regionale, come disposto dal Dpcm del 26 aprile 2020, articolo 3, comma 2 nonchè negli spazi chiusi e a livello domiciliare. Non sono soggetti al predetto obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, 653 segnalano il proprio rientro in Abruzzo per la Fase 2

ChietiToday è in caricamento