menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, 653 segnalano il proprio rientro in Abruzzo per la Fase 2

A prevedere l'obbligo di tale comunicazione è l'ordinanza numero 54 che il presidente Marco Marsilio ha firmato nella serata di domenica scorsa

Fase 2 dell'emergenza Coronavirus, sono complessivamente 653 le pesone che hanno segnalato alla Regione Abruzzo il proprio rientro da altre regioni italiane ieri, lunedì 4 maggio.
A prevedere l'obbligo di tale comunicazione è l'ordinanza numero 54 che il presidente Marco Marsilio ha firmato nella serata di domenica scorsa.

I 653 corregionali che sono tornati in Abruzzo rientrano, nella maggioranza dei casi, dalle città del nord, come Bologna e Milano e altre, e dalla Capitale, Roma. 

Chi fa ritorno in Abruzzo deve segnalarlo in modalità telematica all’indirizzo: https://www.regione.abruzzo.it/content/come-segnalare-il-proprio-ingresso-abruzzo o al numero verde regionale 800 595 459 e inoltre, chi rientra nella nostra regione dovrà attenersi a quanto segue per 15 giorni:

  • al monitoraggio giornaliero della propria temperatura corporea e a comunicare tempestivamente al Siesp territorialmente competente la eventuale temperatura superiore a 37.5;
  • al mantenimento del distanziamento sociale di almeno un metro e dell’uso della mascherina e dell’igiene delle mani per la prevenzione della trasmissione di Sars-Cov2, anche nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico del territorio Regionale, come disposto dal Dpcm del 26 aprile 2020, articolo 3, comma 2 nonchè negli spazi chiusi e a livello domiciliare. Non sono soggetti al predetto obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento