Coronavirus, la Coldiretti Abruzzo dona trecento chili di agnello ai poveri

In occasione della Pasqua gli allevatori offriranno delle porzioni di carne alle famiglie bisognose abruzzesi. A Chieti verranno consegnate alla Capanna di Betlemme

Oltre trecento chili di agnello verranno donati per la Santa Pasqua dagli allevatori alle famiglie bisognose abruzzesi. Un'iniziativa a favore dei meno fortunati messa in campo da Coldiretti Abruzzo e Campagna Amica per aiutare a superare l’emergenza economica e sociale provocata dalla diffusione del Coronavirus e dalle necessarie misure di contenimento.

Gli allevatori di Coldiretti giovedì mattina consegneranno oltre trecento chili di agnello già porzionati alle famiglie abruzzesi. A Chieti la donazione sarà effettuata alla Casa di Betlemme, in via Ravizza per raggiungere quelle famiglie che, particolarmente penalizzate dall’emergenza, hanno difficoltà ad arrivare a fine mese.
 
E l’appello di Coldiretti va anche ai consumatori: portare in tavola prodotti italiani, anzi abruzzesi. “Sarà una festa diversa per tutti – sottolinea Silvano Di Primio, presidente Coldiretti Abruzzo - il nostro invito è sempre quello di mangiare produzioni italiane facendo una scelta consapevole che premia l’impegno e il sacrificio di chi, seppure tra mille difficoltà ed incertezze, continua a produrre un bene tra i più importanti: il cibo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

Torna su
ChietiToday è in caricamento