Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus a Chieti: 6 casi positivi e 32 persone in quarantena, gli aggiornamenti [Video]

In un video il sindaco Umberto Di Primio fa il punto della situazione in città: "Siamo in attesa del tampone fatto ad un componente della famiglia che oggi è risultata positiva - spiega - per cui entro qualche ora i casi potrebbero salire a 7"

 

Sei casi positivi al Covid-19 a Chieti e 32 persone in quarantena, tutte collegate gli ultimi sei nuovi casi. Il sindaco Di Primio torna a fare il punto sulla situazione coronavirus.

“Ai tre casi positivi comunicati domenica scorsa ci sono ulteriori due nuovi casi e siamo in attesa di un terzo risultato- spiega Di Primio -.  I casi di cittadini positivi ad oggi sono 6. Siamo in attesa del tampone fatto ad un componente della famiglia che oggi è risultata positiva per cui entro qualche ora i casi potrebbero salire a 7.

Sugli ultimi due casi accertati in città oggi  stiamo lavorando con la Asl per rintracciare i contatti stretti e circoscriverli e adotteremo immediatamente il protocollo che prevede l’isolamento volontario”.

Quanto al caso della dipendente di Megalò risultata positiva, la direzione del centro commerciale ha comunicato che sono state adottate tutte le misure necessarie per tutelare gli altri addetti e i clienti. “Anche per questa situazione eviterei inutili allarmismi: nei giorni che hanno preceduto la scoperta della positività – riferisce  il sindaco -  questa persona non era andata al lavoro. Il negozio è stato sanificato e non ci sono problemi di nessun genere. Ovviamente questo impone a tutti noi di avere tanta attenzione: mascherine, distanziamento sociale ed evitare quegli assembramenti che sto vedendo in città perché sono pericolosissimi”.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ChietiToday è in caricamento