Attualità

Le associazioni di Protezione civile consegnano tablet e notebook alle scuole di Chieti

I dispositivi informatici sono fondamentali per consentire la didattica a distanza. Attivato il servizio "pronto scuola" per gli istituti scolatici che ne hanno bisogno

In tempi di emergenza sanitaria è necessario garantire il sostegno all'attività didattica nelle scuole. Per questo le associazioni di Protezione Civile del Centro Operativo Comunale (C.O.C) di Chieti, in collaborazione con il comprensivo scolastico 3 hanno terminato la consegna dei notebook e tablet nelle abitazioni degli studenti di terza media del comprensivo diretto da Maria Assunta Michelangeli.

Sono oltre 50, i sussidi informatici in dotazione del Comprensivo,  già prima di Pasqua, agli studenti delle scuole primarie di Via Amiterno, Via Lanciano e Via Pescara e della Scuola secondaria di primo grado “V. Antonelli” che consentiranno ai ragazzi di poter seguire la didattica a distanza con i propri docenti in questa fase di emergenza da Coronavirus.

"Le strumentazioni tecnologiche – fa sapere l’assessore alla pubblica Istruzione, Carla Di Biase - sono state consegnate anche alle famiglie degli studenti del Convitto Nazionale 'G.B.Vico', a quelle dell’Istituto d’arte, agli studenti del Liceo Scientifico “F. Masci” e agli alunni del Comprensivo 2 diretto da Giovanna Santini. Siamo in contatto con i dirigenti degli altri istituti cittadini - prosegue l’assessore - e qualora dovessero decidere di avvalersi del servizio 'pronto scuola' noi ci saremo. È una azione importante che permetterà di colmare il divario digitale e consentirà a sempre più ragazzi lo svolgimento della didattica a distanza. Solo attraverso una scuola inclusiva sarà possibile far crescere i nostri giovani".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le associazioni di Protezione civile consegnano tablet e notebook alle scuole di Chieti

ChietiToday è in caricamento