Coronavirus, a Chieti 58 nuovi contagi: il sindaco (e medico) Ferrara ha fatto il vaccino

Dal 31 dicembre a oggi sono stati 58 i nuovi positivi, 127 le quarantene e 33 i guariti nel capoluogo teatino. Picco di positivi a capodanno

“Nel pomeriggio di oggi sono stato chiamato dalla Asl per fare il vaccino anti Covid in qualità di medico e operatore della sanità, in base alla tabella di marcia fissata dalla piattaforma e dagli organismi sanitari per le varie fasi di vaccinazione".

Il sindaco di Chieti, Diego Ferrara questa mattina è stato sottoposto al vaccino anti-Covid e si è detto emozionato "quando ho ricevuto l’invito a recarmi all’ospedale per la prima dose, una sensazione che voglio condividere con la comunità perché la rassicuri sulla scelta che il vaccino è necessario e che voglio coniugare all’impegno a fare tutto quello che mi è possibile, non solo da medico, ma anche da sindaco, affinché nella nostra città e sul territorio possa essere effettuato il maggior numero di vaccinazioni e in tempi brevi”.

Il sindaco di Chieti ha, inoltre, chiesto soprattutto alla luce della crescita del numero dei contagi negli ultimi giorni. Dal 31 dicembre a oggi sono stati 58 i nuovi positivi, 127 le quarantene e 33 i guariti. Un picco di positivi c’è stato il 1 gennaio  "questo dopo giorni di dati rassicuranti, segno che dobbiamo continuare a stare attenti e a pensare a tutelarci, l’un l’altro”.

Poi il pensiero agli operatori saniatari "che sono in trincea dal primo giorno, una trincea che, da diretto interessato, posso definire non facile, dura, ma, soprattutto, irrinunciabile – continua Ferrara – nonché per registrare la grande partecipazione del personale sanitario nel primo giorno di vaccinazione anti Covid. Ho incontrato in ospedale tantissimi colleghi in disciplinata fila per farsi inoculare il vaccino che potrà cambiare la storia sanitaria recente del nostro paese e dell'intero pianeta. Un atto di responsabilità per la nostra salute, per quella dei nostri cari e per la società intera. Dobbiamo uscire da questa situazione e una strada è quella aperta dal vaccino, per questo è importante farlo e per tale ragione veglierò affinché ciò avvenga velocemente, chiedendo anche alla Regione e alla Asl la tabella di marcia prevista per il nostro territorio e tenendo alta l’attenzione finché tutta la comunità non sarà vaccinata". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • VIDEO-In Italia per girare lo spot della pasta De Cecco, multato per assembramenti l'attore Can Yaman

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

Torna su
ChietiToday è in caricamento